L’Inter, Joao Mario e un addio che farebbe bene a tutti. Le ultime

Articolo di
3 Ottobre 2020, 08:39
Joao Mario Lokomotiv Mosca Joao Mario Lokomotiv Mosca
Condividi questo articolo

L’Inter sta accelerando sul fronte uscite per cercare di snellire la rosa. Uno dei primi nomi, sulla lista esuberi di Ausilio e Marotta, è certamente Joao Mario. Al momento, tutto tace. Ma l’impressione è che una trattativa possa decollare proprio in questi ultimi giorni

IMBUTO – Manca solo un giudice che certifichi la separazione, poi Joao Mario volerebbe via nell’angolo più lontano di mondo, purché sia davvero lontano dall’Inter e dalla Serie A. I nerazzurri sono alla disperata ricerca di una sistemazione per il portoghese, classe 1993, che vanta un ingaggio da quasi tre milioni netti a stagione. L’ex Sporting Lisbona, al momento, è vincolato all’Inter da un contratto della durata di altre due stagioni. Questo aspetto rende complesso optare per una eventuale rescissione. Ma al momento i problemi fondamentali sono due: mancano le pretendenti e il countdown per la fine della sessione di mercato è già partito.

TROTTOLA – L’Inter, a suo tempo, spese quasi 40 milioni per prelevare Joao Mario dallo Sporting, dopo l’Europeo di Francia vinto a sorpresa con il suo Portogallo. Col passare delle stagioni, Joao Mario è diventato un fardello non da poco sulle casse nerazzurre. Il suo impatto si è ammortizzato dopo i vari trasferimenti, temporanei, al West Ham e alla Lokomotiv Mosca. Proprio i russi parevano interessati al riscatto definitivo nei mesi autunnali dello scorso anno, ma il lockdown e la pandemia hanno complicato le cose.

RIFLETTERE – Joao Mario a Milano non è più tornato. L’Inter l’ha ovviamente escluso dalla lista Serie A e attende soltanto che si materializzi la pretendente giusta. Al momento, però, sembra difficile che qualcuno possa presentarsi, a pochi giorni dalla deadline di fine mercato, con un gruzzoletto in mano per acquistare il calciatore a titolo definitivo. L’Inter ci spera, ma è molto più probabile che venga trovata una soluzione di comodo, in prestito, per evitare che il portoghese si svaluti ulteriormente. Sperando che non sia il solito buco nell’acqua. Questa sessione di mercato, forse più di qualunque altra, ha messo l’Inter faccia a faccia con gli errori del recente passato.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE