Giroud-Inter, non ci sono più ostacoli. Il francese verso il sì – GdS

Articolo di
15 Aprile 2020, 08:58
Giroud
Condividi questo articolo

Aggiornamenti lungo l’asse Giroud-Inter, trasferimento non andato in porto durante lo scorso mercato di gennaio. Ora i nerazzurri sono pronti a prelevarlo a parametro zero, ma il francese deve spalmarsi l’ingaggio 

MATRIMONIO – Adesso che i terzi incomodi si sono fatti da parte, il lungo corteggiamento di Olivier Giroud potrebbe finalmente portare ai risultati sperati. Olivier vuole una storia seria, chiede di legarsi per “tutta la vita”, almeno quella calcistica. L’Inter potrebbe essere pronta ad accontentarlo. E così riuscirà a fornire ad Antonio Conte, per la prossima stagione, quel vice-Romelu Lukaku inseguito invano sul mercato invernale. Allora si mise in mezzo il Chelsea, che anche per vecchie ruggini non era così disposto ad agevolare il matrimonio. L’affare si arenò sulla richiesta di 10 milioni, anche perché in casa nerazzurra si decise di procedere con l’investimento, non previsto, su Christian Eriksen. Con il centravanti francese però la linea di comunicazione è rimasta sempre aperta.

SFORZI – Giroud ha un contratto in scadenza a giugno, l’idea di tornare a lavorare con Conte (da cui è stato allenato per sei mesi, dal gennaio 2018) continua a piacergli. Però è arrivato a un punto della carriera in cui si guarda, oltre a ingaggio e progetti, anche a garantirsi qualche anno in più di futuro ad alto livello. Così, da quando è ufficialmente diventato padrone del proprio destino ha chiesto all’Inter un contratto per tre anni (oggi ne ha 33). Per averlo è pronto a ridursi in parte lo stipendio attuale, vicino agli otto milioni di euro a stagione.

INGAGGIO – Troppi per il campionato italiano, per la situazione attuale e per un ruolo da dodicesimo uomo. Così per l’ingaggio si dovrebbe scendere ampiamente sotto i 6,5 che sono il top della squadra di Conte (Lukaku e Eriksen, che hanno anche importanti bonus). Giuseppe Marotta e Piero Ausilio sono pronti a offrirgli un biennale, con opzione per il terzo anno. Opzione che sarebbe in mano al club, o potrebbe scattare in automatico in base a risultati personali (presenze, gol) non scontati. C’è fiducia, in casa nerazzurra, che questa potrebbe essere l’offerta giusta e che il francese campione del mondo sia il prossimo parametro zero ad aggiungersi alla lista recente (Stefan de Vrij, Kwadwo Asamoah, Diego Godin).

CARATTERE – Giroud non solo aumenterebbe le scelte e la qualità a disposizione di Conte, ma anche la “cultura della vittoria” e l’esperienza internazionale. Non ha vinto solo il Mondiale, ma anche un clamoroso titolo in Francia col Montpellier, 4 coppe d’Inghilterra e un’Europa League. E nelle coppe europee ha 58 presenze e 29 gol. Tatticamente è la prima punta potente che lavora per la squadra che piace a Conte, potenzialmente compatibile, in certe occasioni, con lo stesso Lukaku (pestano zolle differenti). Del resto, il corteggiamento è stato lungo, un motivo ci sarà.

Fonte: La Gazzetta dello Sport – Valerio Clari


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE