Eriksen al Bayern Monaco, Boateng all’Inter: quando il retroscena è fake

Articolo di
13 Ottobre 2020, 15:57
Eriksen Inter Eriksen Inter
Condividi questo articolo

Eriksen è la croce rossa del giornalismo sportivo italiano. E forse lo hanno capito ovunque, anche in Germania. Il “retroscena” dello scambio saltato con Boateng del Bayern Monaco va smentito immediatamente con prove oggettive

QUALE SCAMBIO? – La notizia (ri)lanciata ieri sera in Germania ha fatto centro in Italia. Come ogni contenuto che può generare polemiche basate sul nulla. Il “retroscena” di mercato legato a Christian Eriksen, proposto dall’Inter al Bayern Monaco in cambio di Jerome Boateng. Come già commentato e specificato dopo aver riportato la notizia (vedi articolo), quanto sostenuto dai giornalisti tedeschi non rientra in nessun scenario credibile di mercato. E soprattutto, di economia. Infatti, sono stati furbi a non inserire particolari dettagli nell’operazione. E allora, proviamo a ricostruire insieme questo scenario assurdo fatto di soldi virtuali e voci fantascientifiche.

POLI OPPOSTI – L’Inter investe circa 27 milioni di euro per Eriksen a gennaio e, dopo nemmeno nove mesi, decide di cederlo perché fuori progetto (falso). Per cederlo, però, “pretende di fare plusvalenza”. Che è diverso da “evitare di fare minusvalenza”. Non significa cederlo alla cifra minima residua, quindi poco più di 23 milioni. Che poi sarebbe già il doppio del valore di mercato odierno di Boateng, classe ’88 in calo fisiologico. Già lo scambio alla pari non sarebbe sostenibile, ancor meno con l’ipervalutazione del 32enne tedesco. Premesso che Eriksen non è mai stato sul mercato, per meno di 50 milioni difficilmente si sarebbe mosso da Milano. E l’Inter lo avrebbe inserito volentieri solo in operazioni convenienti e davvero “alla pari” (ad esempio per N’Golo Kanté del Chelsea…).

FAKE NEWS – Un’operazione in prestito con diritto di riscatto? Più credibile perché in perfetto stile Bayern, che poi non avrebbe riscattato il classe ’92 danese neanche per sbaglio (ricordate Ivan Perisic?). Così come l’Inter non avrebbe riscattato Boateng (anche qui, Victor Moses?). E allora è sbagliato battere la notizia come “scambio”. Ed è ancora più sbagliato far credere che l’Inter sarebbe stata disposta a regalare Eriksen, iscrivendo sul proprio bilancio Boateng. Tra l’altro coetaneo di Andrea Ranocchia, che con la sua permanenza ha reso impossibile qualsiasi operazione in entrata dietro. Ma delle fake news intorno a Eriksen vi avevamo già avvertiti tempo fa (vedi articolo).



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE