Dzeko cerca casa a Milano, ma la Roma continua a fare muro – CdS

Articolo di
10 agosto 2019, 10:19
Edin Dzeko Roma-Udinese

Il “Corriere dello Sport” scrive che Dzeko è sempre più insofferente verso la Roma, ma il club resta fermo nelle sue richieste all’Inter.

BRACCIO DI FERRO – Nei fitti incontri di questi giorni che l’agente che cura gli interessi di Dzeko in Italia ha avuto con Inter e Roma sono emersi due elementi chiari: l’Inter vuole fortemente Edin anche dopo aver preso Lukaku, la Roma non lo dà se non trova un altro centravanti ed è pronta ad alzare la richiesta ufficiale a venticinque milioni per toglierlo praticamente dal mercato. Il braccio di ferro continua. E domani contro il Real Madrid all’Olimpico non è prevista la presentazione della squadra in occasione della prima uscita casalinga stagionale per evitare imbarazzi.

TENSIONE A ROMA – Un caso che agita Trigoria e del quale se ne riparlerà da lunedì. Anche se l’Inter non ha più l’acqua alla gola. Ma Petrachi è stato  chiaro: se non trova l’attaccante per sostituire Dzeko non può mantenere la promessa di cederlo. Anche se l’attaccante non arretra di un centimetro: considera chiusa la sua esperienza romana e si aspetta che la Roma lo accontenti per andare via come ha fatto con Manolas ed El Shaarawy. Addirittura sembra che abbia chiesto informazioni ad alcuni amici su dove prendere casa a Milano.

ATTESA INTER – Martina, che negli ultimi giorni ha incontrato due volte l’Inter e una la Roma, ha riferito a Marotta che non basta alzare l’ultima offerta di quindici milioni con i bonus o con una contropartita tecnica. La Roma vuole venti milioni cash ed è pronta a rilanciare per chiudere definitivamente la trattativa. L’acquisto di Lukaku, sul quale l’Inter si è concentrata negli ultimi 3-4 giorni, ha completamente cambiato il quadro delle priorità per l’attacco nerazzurro. Dzeko non è stato assolutamente scaricato e rimane, nella mente di Conte, il partner ideale per il belga ex United, ma al tempo stesso il club di viale della Liberazione non vuole far follie. Dopo l’offerta da 15 milioni che Pallotta ha rispedito al mittente, l’Inter la prossima settimana ha messo in preventivo un’altra mossa, magari un ulteriore rialzo, ma con la consapevolezza che per la prima di campionato il tecnico di Lecce avrà comunque il reparto avanzato al completo con Lukaku e Lautaro Martinez titolari più Politano a disposizione.

INSOFFERENZA – Insomma la società della famiglia Zhang non ha l’acqua alla gola e non è costretta a svenarsi nell’immediato per il bosniaco. Può permettersi il lusso di aspettare che la Roma trovi un sostituto e valutare con calma. Perché se fino a metà di questa settimana il numero 9 giallorosso si era comportato da professionista esemplare allenandosi al 100% e soprattutto giocando benissimo nelle amichevoli, negli ultimi giorni anche all’Inter hanno notato che ha perso il sorriso e che è assai più insofferente. Questo per la trattativa potrebbe non essere un male e i dirigenti nerazzurri si aspettano che Dzeko metta ancora più pressione su Petrachi, soprattutto adesso che, nel corso di un paio di incontri della sede di viale della Liberazione con Marotta e Ausilio, Silvano Martina è stato tranquillizzato sulla ferma volontà di Conte di non rinunciare al bosniaco.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE