De Magistris: “Inter, il regista non ti serve. Meglio Yaya Touré”

Articolo di
3 gennaio 2016, 00:34
Mancini Touré

Il vicedirettore di “TuttoMercatoWeb” Raimondo De Magistris si è espresso sulle manovre dell’Inter per il calciomercato di gennaio: nel suo editoriale spiega come non sia utile un regista perché non consono all’idea di gioco voluta da Roberto Mancini.

RUOLO – “Come la Juventus, anche l’Inter a gennaio dovrà effettuare pochi colpi e ben assestati. Ma ai nerazzurri un regista non serve. Chi lo scrive dovrebbe un attimo riguardare le formazioni con cui in passato Roberto Mancini ha trionfato. La prima Inter del Mancio ha vinto grazie a giocatori come Chivu, Vieira, Cambiasso o Zanetti piazzati davanti alla difesa, il suo City si basò su giocatori come Vieira, Yaya Touré, Barry e de Jong. E non certo su David Pizarro. Nel Galatasaray, il leader era Felipe Melo, lo stesso giocatore chiesto dal tecnico di Jesi per rifondare un’Inter rinata grazie alle sue indicazioni. Il leitmotiv non è cambiato la scorsa estate: è stato acquistato Felipe Melo, appunto. Poi Geoffrey Kondogbia – l’acquisto più costoso – e confermato Gary Medel. L’Inter adesso non regala spettacolo, ma è prima in classifica. È tornata a dettare legge seguendo le idee del suo allenatore. Perché cambiare? La domanda è retorica e la risposta è negativa. L’Inter non muterà la sua identità: dalla Lazio può arrivare Antonio Candreva, giocatore congeniale al 4-2-3-1, ma non Lucas Biglia. Sono ripartiti i contatti col sogno Yaya Touré, ma Andrea Pirlo è stato già depennato dalla lista”.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE