Dalla Spagna: Godin di parola, va all’Inter! Dispiacere Atlético Madrid

Articolo di
15 Gennaio 2019, 00:25
Condividi questo articolo

Diego Godin sarà un giocatore dell’Inter a partire dall’1 luglio 2019. È quanto afferma con certezza il sito del quotidiano spagnolo AS, che riprendendo quanto detto in un programma radiofonico di Cadena SER dà ormai per fatto il trasferimento a parametro zero del centrale uruguayano, che non rinnoverà il contratto con l’Atlético Madrid anche perché dispiaciuto dal trattamento che i colchoneros gli hanno riservato.

TRASFERIMENTO DEFINITO – “Il futuro di Diego Godin si allontana dall’Atlético Madrid. Secondo quanto detto durante il programma El Larguero di Cadena SER, il centrale uruguayano avrebbe già dato la sua parola all’Inter per firmare un contratto di due stagioni con opzione per una terza a cinque milioni e cinquecentomila euro netti all’anno. Lo scorso 4 gennaio Sky Sport (vedi articolo) aveva detto che l’Inter aveva il sì del giocatore, però secondo quanto saputo da AS Godin non aveva ancora firmato un precontratto. Questo lunedì, Manu Carreño ha spiegato come l’accordo sia totale con soltanto la firma da mettere, con il giocatore che considerava di dover ricevere un trattamento differente con più di un anno di proposta nel rinnovo, essendo il capitano dell’Atlético Madrid, ma la società di solito non offre oltre dodici mesi ai giocatori che hanno superato i trent’anni”.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.