Chiesa, spiraglio Inter! Ora è sfida alla Juve: la situazione – GdS

Articolo di
14 agosto 2019, 10:08
Federico Chiesa

La “Gazzetta dello Sport” scrive che l’Inter è tornata con forza su Federico Chiesa. L’attaccante in questo mercato si era promesso alla Juventus.

SFIDA ALLA JUVE – L’Inter ha deciso di sfidare la Juventus. Non solo sul campo, ma anche sul mercato. Dopo l’affare Lukaku, il prossimo oggetto del contendere è Federico Chiesa. In casa nerazzurra il giocatore piace da tempo, ma per questa estate i bianconeri avevano superato tutti.

MARGINI DI INSERIMENTO – Proprio la scelta del giocatore e del suo entourage, che fra le due pretendenti di inizio mercato avevano scelto la Juve, ha stoppato temporaneamente le velleità nerazzurre. Il non concretizzarsi dell’affare e la volontà di Commisso di trattenere il giocatore almeno in questa stagione hanno convinto la dirigenza interista che ci fosse uno spiraglio d’inserimento. Lo spiraglio è diventato un’apertura grazie ai buoni rapporti con la nuova società viola, ma l’operazione per avere reali possibilità di riuscita doveva ottenere un gradimento anche dalla terza parte coinvolta, l’esterno azzurro classe 1997. Federico e il suo entourage (papà Enrico in testa), ovviamente, non si esprimono, però filtra una disponibilità a considerare la proposta nerazzurra.

ACCORDO SUPERATO – In questa sessione Chiesa si era vincolato alla Juve da un «gentlemen agreement», costruito anche intorno a un progetto di contratto fino al 2014, da 5 milioni l’anno più premi. Però il legame non può essere considerato tale per il 2020: il giocatore non si sentirebbe vincolato per il futuro, tanto più che la delusione per il mancato trasferimento è reale, anche se superata. Insomma, da qui al prossimo giugno tante cose possono cambiare, compresa la quotazione del giocatore, le possibilità di impiego, i rapporti di forza all’interno del campionato.

COSTI – Chiesa resta convinto di dover fare un salto nella propria carriera: se non è stato possibile in questa stagione, lo sarà la prossima, dopo aver continuato la crescita con una Fiorentina rinnovata e più ambiziosa. Per il futuro sia lui che il padre preferiscono una soluzione italiana. Dal 3 settembre, a mercato chiuso, ritorna tutto in ballo: la Juve e Paratici mantengono un canale privilegiato con chi cura gli interessi dell’azzurro, l’Inter conta di poter sfruttare la «sponda» della società. Se Commisso sarà convinto o obbligato dagli eventi a vendere il suo gioiello ha già capito che i suoi tifosi preferirebbero vederlo ovunque piuttosto che alla Juve. Poi, certo, conterà e sarà decisiva la componente economica: la quotazione attuale è di 70 milioni di euro, che potranno oscillare in base al rendimento e a eventuale asta fra i due club. E per il giocatore serve lo stipendio che gli aveva accordato la Juventus.

RUOLO DA LEADER – Per convincere Federico l’Inter userà anche altri argomenti: la possibilità di diventare un uomo chiave all’interno della squadra, più di quanto potrebbe succedere a Torino, e un progetto a lunga scadenza. La ricetta di Suning, infatti, prevede al momento l’acquisizione di esperienza internazionale e cultura della vittoria con le stelle dall’estero (proprio Lukaku e Godin), ma anche la creazione di un nucleo di giovani italiani di talento che possano in un medio periodo costituire la colonna vertebrale della squadra. Qui Chiesa, si unirebbe, probabilmente guidandolo, al gruppetto di azzurri del presente (Sensi e Barella) e del futuro (Bastoni).

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE