CdS: Inter “costretta” a cedere Ranocchia per preservarne tre

Articolo di
28 dicembre 2015, 11:55
Andrea Ranocchia

Il mercato, soprattutto in Italia, si può fare prendendo due vie differenti: o si hanno i soldi oppure si hanno le idee. Per l’Inter la seconda via appare più percorribile, ma – secondo quanto riportato dal “Corriere dello Sport” odierno -, è necessario un tesoretto di partenza

I TRE GIOIELLI – Affinché l’Inter – nella persona del Direttore Sportivo Piero Ausilio – possa muoversi con tranquillità sul mercato, avrebbe bisogno di un tesoretto, accumulabile solo mediante l’uscita di alcuni giocatori. La forza economica dell’Inter risiede in pochi giocatori – precisamente uno per ruolo -, che potrebbero garantire un bel gruzzolo di milioni per via delle plusvalenze: si parla di Jeison Murillo, Marcelo Brozovic e Mauro Icardi. Pagati poco (circa 25 milioni complessivamente), ora valgono almeno quattro volte tanto.

IL SACRIFICATO – La loro cessione, però, a oggi non è percorribile sia per motivi tecnico-tattici sia per motivi economici: da una parte perché l’Inter punta fortemente a tornare in Champions League (e chissà, magari allo Scudetto…) e Roberto Mancini non può fare a meno di questi tre giocatori; dall’altra perché il loro prezzo potrebbe continuare a lievitare e fine stagione, quindi una cessione a gennaio sarebbe “rischiosa” e affrettata in questo senso. Pertanto, l’Inter si vede “costretta” a sacrificare Andrea Ranocchia, la cui cessione a titolo definitivo darebbe una bella mano, ma difficilmente si concretizzerà: i nerazzurri chiedono almeno 12 milioni.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE