Biasin: “Conte-Inter, ecco le 2 posizioni di oggi. Allegri allettato! Ausilio…”

Articolo di
25 Agosto 2020, 08:49
Fabrizio Biasin Fabrizio Biasin
Condividi questo articolo

Biasin – giornalista di “Libero” e tifoso interista -, nel consueto editoriale per il portale “Tutto Mercato Web”, fa il punto della situazione a poche ore dal faccia a faccia tra Conte e Zhang. La posizione dei due è tutt’altro che orientata verso la stessa strategia, per questo c’è Allegri in stand-by. Idem Ausilio

INCONTRO VERITÀ – L’editoriale di Fabrizio Biasin ha come tema principale quello più caldo per l’Italia del calcio: “[…] È il giorno del famoso incontro. Quello della pace e dell’andiamo avanti tutti assieme o dei virtuali sputazzi con relativo addio. Son tutti parecchio in fibrillazione. Del resto non è che ci sia molto altro da dire, balle di mercato a parte. La situazione è assolutamente delicata, ma siccome non abbiamo molta voglia di star lì a ‘ipotizzare’, vi diciamo quel poco che sappiamo. La società, come è ovvio che sia, più che arrabbiata è delusa da Antonio Conte. Non si aspettava l’uscita dell’altra sera e non capisce perché si sia arrivati al punto di rottura (o quasi). Oggi chiederà a Conte “Anto’, dicci la verità, che problema c’è? Perché a dirla tutta non lo abbiamo realmente capito”. E a quel punto toccherà all’allenatore fare un passo verso il club che lo ha portato a Milano solo un anno fa. Se Conte sarà conciliante allora si andrà avanti tutti assieme. Se invece pretenderà mari e monti… allora sarà addio”.

VISIONI OPPOSTE – Per Biasin il pensiero delle due parti coinvolte è distante: “L’idea del club è chiara: investire ancora, ma con logica. Quella del tecnico è differente: se si vuole far meglio di quest’anno servono questo, quello e quell’altro giocatore. Conte, in definitiva, pensa che per vincere sia necessario cambiare di molto la rosa. La società risponde dicendo che è doveroso fare degli innesti, ma in periodo post-Covid non si può pretendere la luna. Lo scenario più probabile è che il tecnico rimanga sulle sue posizioni. A quel punto toccherà trovare un accordo. L’esonero è escluso per evidenti motivi (il club non butterà dalla finestra 30 milioni lordi di ingaggio). Così come è difficile credere che il tecnico rinunci al suo contrattone. Toccherà ragionare su una buonuscita. Sempre che Conte non capisca che il bene dell’Inter (ma anche e soprattutto il suo) sarebbe proseguire lungo il percorso tracciato quest’anno”.

ALLEGRI (E AUSILIO) – Biasin chiude facendo presente il noto piano B: “Ma, dicevamo, all’Inter non hanno gradito determinate uscite e in qualche modo si sono già mossi. Massimiliano Allegri è stato contattato e attende un cenno. L’idea di poter vincere anche in nerazzurro lo alletta al punto da aver messo in secondo piano il corteggiamento del Paris Saint-Germain (che esiste ed è ‘ricco’). Morale, l’Inter vuole risolvere la questione in fretta e in maniera definitiva. Dove ‘definitiva’ significa con i doverosi sorrisi e la reale convinzione. Per capirci, la cosa peggiore sarebbe decidere di proseguire insieme per ragioni contrattuali e con il rischio di ritrovarsi ancora una volta a sbraitare sulla pubblica piazza. Che poi è tutto quello che vuole escludere per sempre – e giustamente – il presidente Steven Zhang […] Alla Roma di Dan Friedkin interessa assai Piero Ausilio. L’attuale direttore sportivo dell’Inter ha preso tempo”.

Fonte: Tutto Mercato Web – Fabrizio Biasin


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE