CalciomercatoPrimo Piano

Ausilio: «Hakimi? Ancora distanti col PSG! Inter, no a Onana e Raspadori»

Ausilio è stato intervistato da Gianluca Di Marzio per “Calciomercato – L’Originale” su Sky Sport. Il direttore sportivo dell’Inter riallontana la cessione di Hakimi ed esclude i nomi di Onana e Raspadori, fra le altre cose.

NESSUNA OPZIONEPiero Ausilio inizia l’intervista ridendo per una foto, mosrata in onda, di Lorenzo Insigne da piccolo a un provino con l’Inter: «Ogni volta che finiamo a giocare contro il Napoli entro e mi ricordo questa cosa del provino. Lui me lo dice sempre, ogni volta. Possibilità attuali? No no, è solo una cosa divertente che ogni tanto mi ricorda».

VICINO, MA NON TROPPO? – Su Achraf Hakimi Ausilio tira un po’ il freno: «Intanto i tempi nostri non sono mai quelli di chi fa il calciomercato, come voi (si riferisce a Gianluca Di Marzio, ndr) e le vostre trasmissioni. Stiamo parlando col PSG di questa cosa, siamo ancora distanti dal parlare di una chiusura. Ci sono ancora tante cose da mettere a posto, prendiamoci il nostro tempo e aspettiamo quando ci sarà tutto. Ultima cessione di un big per l’Inter? Assolutamente. So che l’ha già detto anche Giuseppe Marotta oggi pomeriggio (vedi articolo) e lo ribadisco io: l’idea è di sacrificare un giocatore fra quelli che il mercato chiede. Hakimi è il più vicino, ma non andiamo oltre. Faremo altre cose più piccole, per raggiungere l’obiettivo che la proprietà ci ha chiesto. Abbiamo ancora due mesi, c’è tempo fino al 31 agosto».

PRESO A ZERO – Ausilio racconta come è nato l’acquisto di Hakan Calhanoglu da parte dell’Inter: «Non ne abbiamo parlato prima perché è una cosa avvenuta in una situazione particolare, avvenuta a Christian Eriksen. Abbiamo il dovere di essere pronti. Aspettiamo Eriksen, sarà una situazione lunga ma gli daremo tutto il tempo che necessita. Siamo l’Inter, abbiamo il dovere di pensare al bene del club e il bene era sfruttare un’opportunità che il mercato ci aveva dato, che era Calhanoglu».

COLPO GIOVANE? NON SUBITO! – Ausilio chiude a Giacomo Raspadori: «Non è questa la serata giusta. Raspadori posso solo dire che è un giocatore che tutta Italia apprezza, intanto per la serietà di questo ragazzo che conosco dai tempi del settore giovanile. Per un po’ di tempo se lo godrà il Sassuolo, Giovanni Carnevali non vende facilmente e ora non siamo nelle condizioni di presentarci per Raspadori in un modo serio. Abbiamo un parco attaccanti di valore».

QUALI OBIETTIVI? – Ausilio ribadisce: «Hakimi è ancora un giocatore dell’Inter, io non parlo di sostituti fino a quando non ci sarà qualcosa di definitivo. Poi il mercato lo conosciamo, lo controlliamo e sappiamo quello che possiamo fare. Dobbiamo tenere conto degli aspetti economici e tecnici, ci faremo trovare pronti se succederà questa cosa qui. Di nomi ne sento ogni giorno, onestamente con André Onana non c’è stato nulla. Abbiamo un parco portieri che ci copre per il presente e il futuro: oltre a quelli che abbiamo ci sono anche Filip Stankovic e Gabriel Brazao, che farà presto parlare di sé perché è un ragazzo veramente valido».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button