R. Carlos: “Ai tempi dell’Inter mi chiedevano di non attaccare”

Articolo di
7 febbraio 2017, 14:45
Roberto Carlos

Roberto Carlos si è soffermato sulla sua esperienza all’Inter nel corso di un’intervista rilasciata a Sky Sports riguardo l’evoluzione del ruolo del terzino. Il brasiliano ricorda che in nerazzurro non gli era permesso spingersi in attacco.

TEMPI CHE CAMBIANO – «All’Inter ho avuto qualche piccolo problema perché ero brasiliano e amavo attaccare ma loro non permettevano ai quattro difensori di salire. A Madrid riuscimmo a cambiare il modo in cui i terzini interpretavano il ruolo: sulla destra c’era Christian Panucci che era più difensivo mentre Capello chiedeva a me di attaccare di più. In ogni caso quando uno dei due saliva l’altro doveva rimanere in difesa per garantire copertura e la stessa cosa successe in Nazionale con Cafu; funzionò. Nel calcio di oggi tutte le squadre giocano compatte con l’obiettivo di creare lo spazio per far salire i terzini, le qualità difensive rimangono sempre importanti ma adesso servono anche la potenza e la tecnica per rendere al meglio in questo ruolo».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE