Obinna: “Che ricordi con Mou. Addio Zanetti? Feci arrabbiare Ausilio”

Articolo di
21 dicembre 2018, 20:48

Le parole rilasciate alla “Gazzetta dello Sport” da parte di Victor Obinna; nell’intervista l’ex Inter ha affrontato vari temi, passati e presenti più un aneddoto con Piero Ausilio, attuale dirigente dei nerazzurri

MOURINHO – «Mou è il top, il miglior allenatore che abbia mai avuto. Ti fa sentire importante anche se non giochi. Sarebbe un sogno rivederlo alla guida dell’Inter per contrastare il dominio Juve. Gli devo tutto: mi ha voluto e fatto debuttare nel big match contro la Roma».

GOL ALL’OLIMPICO – «Me lo ricordo come fosse ieri quel tiro. Che emozione segnare all’Olimpico in mezzo a quei campioni. Finì 4-0: un trionfo».

SPALLETTI – «Spalletti è un ottimo tecnico. Nel gennaio 2009 mi voleva alla Roma, ma ho preferito restare all’Inter».

ANEDDOTI PASSATI – «L’addio di Zanetti nel 2014? Che partita! Mi spiace aver rovinato la festa a una leggenda come Pupi. Ho fatto incavolare pure Ausilio (risata, ndr). A fine partita mi abbraccia e dice ‘Victor hai sbagliato porta, proprio a noi dovevi fare 2 gol’. Piero è un grande diesse, ha costruito una bella Inter: la Juve è troppo forte, ma i nerazzurri possono arrivare secondi e vincere l’Europa League».

VECCHIO TRIO – «Eravamo un trio: io, Mario e Santon, sempre inseparabili. So che gli manca l’Italia, sarebbe perfetto per il Napoli. Con Ancelotti farebbe il definitivo salto di qualità. Mi ricordo ancora quando sfidava Ibra in allenamento dicendo che era il più forte».

Fonte: La Gazzetta dello Sport – Giulia Stronati.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE