Lucio: “L’Inter? Via per scelte societarie, Mourinho il migliore”

Articolo di
30 gennaio 2018, 14:17

Intervista di Extra Time, inserto de La Gazzetta dello Sport dedicato al calcio internazionale, a Lucio durante la quale il difensore ha ribadito di aver lasciato l’Inter nell’estate 2012 a causa di forti pressioni da parte della dirigenza.

PRESSIONI SOCIETARIE – «Perché lasciai l’Inter? La società volle smantellare la squadra campione del 2010, grave errore. Ma poi non ha avuto più risultati, non ha vinto più niente. Negli ultimi anni non ha giocato nemmeno la Champions League. Tutto ciò manca a una squadra del livello dell’Inter. Rivalità tra argentini e brasiliani? Non è vero assolutamente che ci fosse una rottura tra di noi. Anzi, mai un problema, né quando arrivai nel 2009, né quando me ne andai. Io stesso avevo stretto una grande amicizia con gli argentini Samuel, Cambiasso, Zanetti. Ripeto, dovetti lasciare l’Inter per una scelta societaria. C’era una pressione molto forte da parte della direzione nerazzurra dell’epoca perché me ne andassi via. Volevano disfare la squadra del 2010. Il miglior tecnico? José Mourinho, di sicuro. Oltre ad essere un bravissimo tecnico, è un grande gestore di persone. Sapeva come controllare la squadra, motivarla, facendoci credere che era possibile vincere la Champions. Segue ancora l’Inter? Negli ultimi tempi non ho visto molte partite in tv a causa degli allenamenti e dei miei impegni. Però scommetto sempre su Miranda, l’ho visto nella Seleção, dove ha fatto benissimo».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE