Fossati, 125 volte ancora: in ricordo del primatista dell’Inter

Articolo di
3 gennaio 2016, 16:11
fossati

Il 3 gennaio non è un giorno qualsiasi nell’ultracentenaria storia dell’Inter, che può vantare giocatori e uomini di valore. Tra questi, senza alcun dubbio, Virgilio Fossati – vera e propria leggenda della prima Inter -, che in questa data nacque ormai 125 anni fa

CENTOVENTICINQUE – Nato il 3 gennaio 1891 a Milano, Virgilio Fossati avrebbe compiuto oggi 125 anni. All’Inter fin dalla stagione 1908/09 in qualità di centrocampista, ma non solo: fu anche il primo allenatore (a quei tempi ruolo “marginale”) nerazzurro, nonché il secondo capitano (dopo il fondatore Hernst Marktl), il primo a vincere lo Scudetto. Fu anche il primo giocatore dell’Inter convocato in Nazionale, nella prima partita della storia azzurra e, neanche a dirlo, segnò il suo primo e unico gol con la maglia dell’Italia proprio in quella occasione: 6-2 alla Francia. Insomma, una carriera breve – ma intensa -, trascorsa sempre ai vertici delle classifiche.

CAPITANO PRIMATISTA – Carriera breve, ma intensa sì, perché Fossati muore in battaglia, durante la Prima Guerra Mondiale, ucciso dall’esercito austriaco il 29 giugno 1916 presso Monfalcone: aveva solo 25 anni. Non raggiunse le cento presenze in maglia nerazzurra, proprio a causa del grande conflitto mondiale che determinò lo stop del campionato: 97 partite e 4 gol per lui. Capitano apprezzato sul campo di calcio (sia con la maglia dell’Inter sia successivamente con quella dell’Italia), Fossati fu apprezzato anche sul campo di battaglia, in quanto capitano dell’esercito italiano: una Medaglia d’Argento al Valore Militare ricorda le sue gesta. L’Inter e l’Italia tutta piansero allora e non dimenticano ancora il loro capitano primatista.

Il ricordo della Redazione di Inter-News.it per il primo grande eroe della storia nerazzurra.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE