Facchetti 12 anni dopo, l’Inter lo ricorda: “Cipe uno di noi! Giacinto è qui”

Articolo di
4 settembre 2018, 00:28
Facchetti

Facchetti non è più tra noi dal 2006, ma è come se fosse ancora qui con noi: commovente il pensiero dell’Inter a dodici anni dalla scomparsa della bandiera Giacinto. Ecco il ricordo pubblicato dal sito ufficiale dell’Inter

GIACINTO IS HERE – “Il Cipe non ha mai smesso di essere uno dell’Inter, neppure oggi, che sono passati dodici anni da quel giorno infausto. A Firenze, qualche giorno dopo, Esteban Cambiasso incarnò idealmente ogni tifoso nerazzurro, nell’indicare il cielo dopo un gol segnato. E idealmente ancora lì guardiamo tutti noi ogni giorno, col mento leggermente sollevato, a testa alta, ricordandoci di chi è stato Giacinto, in mezzo e sopra a tutti noi, etica, correttezza, umanità. Giacinto è qui. Giacinto is here”. [Tratto da Inter.it, 04.09.2018]

UNO DELL’INTER – “Così quella mattina, forse la più importante della mia vita, mi misi l’abito nuovo e presi il treno per Milano. Dovevo recarmi in via Larga, vicino al Teatro Lirico, per firmare il cartellino dell’Inter. Mi muovevo come un sonnambulo. I minuti, su quel treno, non passavano mai. I minuti di attesa in via Larga erano come secoli. Finalmente mi misero una penna in mano e un cartellino davanti agli occhi. Firmai: Giacinto Facchetti. Poi uscii di gran corsa, giù per le scale, con il cuore che mi batteva forte. Ero dell’Inter! Ero uno dell’Inter!”. [Tratto da “Se no che gente saremmo”, di Gianfelice Facchetti, Longanesi 2011]

La Redazione di Inter-News.it si unisce – commossa – al ricordo dell’indimenticato e indimenticabile Giacinto Facchetti.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE