Coco: “All’Inter fu l’inizio della mia fine! Non trovai il conforto di nessuno”

Articolo di
1 marzo 2019, 15:50
Coco

Francesco Coco, ex giocatore dell’Inter, intervistato da Claudio Giambene per il sito “GianlucaDiMarzio.com”, racconta del suo infortunio al nervo sciatico, che lo costrinse a stare lontano dai campi per più di un anno. Poi la rottura del crociato a Livorno.

DOPO INTER-ANCONA – Novembre 2003, Francesco Coco – ai tempi calciatore dell’Inter – si fa male alla gamba: «Un dolore fortissimo sulla parte sinistra e in tutta la zona lombare. L’inizio della mia fine. Un problema al nervo sciatico, il calvario alle porte. Lo staff medico suggerì una piccola operazione per disostruire il nervo. Stimarono i tempi di recupero intorno ai 40 giorni. Rimasi fuori un anno e tre mesi. Qualcosa era andato storto. E pensare che il neurochirurgo che mi operò era un luminare. Quel 2 dicembre forse ebbe una giornata negativa. Ebbi paura di non riuscire più a camminare. Facevo fisioterapia e quando provavo a scendere con la sinistra, cadevo per terra. Non trovai il conforto di nessuno, fu un periodo terribile. Il Francesco che sognava di fare il calciatore non esisteva più». Dopo il rientro concluse la sua carriera tra Torino (6 presenze) e Livorno, dove si ruppe il crociato, e appese le scarpette al chiodo.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE