#AskDeki: “L’Inter è passione, onore e vittoria”

Articolo di
12 luglio 2015, 13:12
Stankovic

Il nuovo club manager dell’Inter Dejan Stankovic risponde alle domande dei tifosi su Twitter dove la società nerazzurra ha lanciato l’ hashtag #AskDeki. Sotto una sintesi delle parole dell’ex bandiera nerazzurra

Bentornato a casa. Quanto ti manca il calcio giocato? 
«Sinceramente a volte mi viene voglia ma non tanto perché il mio l’ho dato, con grande onore, ho vinto tanto»

Quale giocatore della rosa ti assomiglia di più potenzialmente? E quale del calcio in generale?
«Ci sono giocatori bravi in rosa, vedo tutto come squadra, non faccio paragoni. Ogni squadra ha la sua identità»

Riuscirai a trasmettere la tua grinta ai giocatori più giovani?
«Si senz’altro l’importante è che sappiano con che maglia giocano. Mancio sa puntare sui giovani»

Come vedi l’Inter che sta nascendo?
«La vedo molto molto bene, stanno lavorando benissimo. Vedo tantissimi tifosi, c’è molto entusiasmo»

Dove ci vedi tra 10 mesi? Europa League?
«L’Inter è una società che deve puntarci, questo è l’obiettivo, partiamo per arrivare sempre al massimo»

Come è stato il ritorno all’Inter? Qual è il giocatore da cui ti aspetti di più quest’anno?
«E’ un piacere, grazie a tutti. Mi aspetto molto da Kovacic, ora lo seguirò da vicino, deve far la differenza»

Cosa ne pensi di Kondogbia?
«Ero a Milano quando è arrivato, è un ragazzo serio, lo vedo concentrato e motivato. Un grande acquisto»

Cosa pensi di Brozovic?
«Non lo conoscevo tantissimo, ma qui ha avuto un grande impatto. È uno che ha carattere, si è visto subito»

Murillo può avere una carriera come il tuo amico Cordoba?
«Sì, senz’altro. È un po’ diverso da Ivan, ma l’ho visto a Granada e penso ci darà una grossa mano»

Tre parole per descrivere l’Inter
«Passione, onore, vittoria»