Zanetti: “Mercato? L’Inter ascolterà de Boer. Kondogbia…”

Articolo di
26 settembre 2016, 12:10
Zanetti

Durante la trasmissione radiofonica “Radio Anch’io Sport”, in onda sulle frequenze di Rai Radio 1, è intervenuto il vice presidente nerazzurro Javier Zanetti che ha analizzato diversi temi, a partire dal nuovo percorso iniziato con l’arrivo di Suning fino a Frank de Boer. Ecco le parole riportate dal sito ufficiale dell’Inter.

SUNING«L’ingresso del nuovo gruppo è una cosa molto positiva perché è un gruppo molto forte e serio. Stiamo progettando il presente e il futuro, siamo tutti a disposizione per fare un grande lavoro e portare l’Inter in alto. Vogliamo che il club continui a crescere e per questo stiamo ragionando anche sullo stadio, su un nuovo centro per il Settore Giovanile, che ci regala sempre grandi soddisfazioni, e portiamo avanti contemporaneamente progetti come Inter Campus. Il nostro obiettivo è che il club sia sempre al top e per questo è importante aver trovato un partner serio, che tiene alla storia di questa società.

SU DE BOER – Frank sta facendo un ottimo lavoro, ci sono i presupposti per fare bene. Le difficoltà iniziali erano normali, ci vuole tempo per conoscere il campionato italiano ma lui ha dimostrato grande professionalità e sta facendo molto bene. Stiamo crescendo di partita in partita. C’è da lavorare, ma nelle ultime gare abbiamo avuto sempre un approccio positivo e anche quando siamo andati in svantaggio abbiamo avuto la forza di reagire. La sostituzione di Kondogbia? Ieri il mister ha capito che doveva cambiare perché la squadra aveva bisogno di un giocatore con altre caratteristiche e ha avuto il coraggio di farlo subito. Questa sostituzione però non è una bocciatura per Geoffrey.

MERCATO – Con Frank c’è un grande confronto quotidiano e sicuramente la società ascolterà le sue indicazioni. Abbiamo a disposizione un’ottima rosa, con giocatori interessanti che possono dare molto. Innesti come Candreva, Banega, Joao Mario hanno innalzato il tasso tecnico. C’è qualità, speriamo di poter lottare fino a fine stagione per traguardi importanti. L’esclusione di Brozovic? È stata presa una decisione dalla società e dallo staff tecnico. Lui adesso sta dimostrando di volersi mettere ancora a disposizione del gruppo. Al momento opportuno tornerà a dare il suo contributo.

IN EUROPA – Dobbiamo onorare l’Europa League. È vero che siamo partiti male ma giovedì abbiamo l’opportunità di riscattarci dopo la sconfitta nella gara d’esordio. Poi inizieremo a pensare alla sfida contro la Roma.

LA NUOVA CARICA – Un futuro da presidente? In questo momento sto facendo il mio percorso e sono molto contento della possibilità che mi è stata data. Ringrazio il presidente Thohir e la nuova proprietà, che ha molta fiducia in me e mi coinvolge nelle scelte importanti. Sono felice di quello che faccio e i risultati si stanno vedendo. Il mio augurio è che l’Inter possa puntare sempre a grande traguardi. Il mio legame con i tifosi è sempre molto forte, non smetterò mai di ringraziarli per tutto l’affetto che mi hanno dato e continuano a darmi».

Facebooktwittergoogle_plusmail