Zanetti: “L’Inter è unica, rispettarla e onorarla è un dovere”

Articolo di
19 agosto 2017, 13:19
Javier Zanetti

All’interno dell’inserto dedicato e curato dall’Inter apparso questa mattina su La Gazzetta dello Sport è stata pubblicata anche una lettera del vicepresidente Javier Zanetti destinata a tutti i tifosi nerazzurri.

DIVERSI PER NATURA – «Essere tifoso dell’Inter vuol dire innanzitutto sentirsi parte di qualcosa di grande, di un mondo difficilmente spiegabile a parole. Entrare a far parte della famiglia nerazzurra è un privilegio, rispettarla e onorarla ogni giorno un dovere. E’ ciò che ho cercato di fare in ogni istante da giocatore, in ogni allenamento, ogni partita, sapendo di dover portare con orgoglio e difendere la maglia più bella del mondo. E’ ciò che faccio ogni giorno nella mia nuova carriera da Vice Presidente del Club. Ho l’onore e il privilegio di rappresentare l’Inter nel mondo trasmettendo i nostri valori, un compito che ho preso in carico soprattutto per voi tifosi. Perché è grazie alle persone come voi che il sentimento di un intero popolo continua a vivere, a crescere, di stagione in stagione: in questi anni non avete fatto altro che dimostrare un attaccamento senza eguali ai nostri colori, al nostro stadio, alla nostra storia. La spiegazione è semplice: la nostra fede e il nostro attaccamento all’Inter sono cose che accadono naturalmente, come se si trattasse di prendersi cura di un componente della propria famiglia, di un amico sincero, di un fratello. Veniamo da città diverse, da continenti diversi, ma abbiamo tutti lo stesso sangue, noi interisti. Lo stesso modo di vedere le cose, gli tessi occhi innamorati che guardano quella maglia che per noi è una compagna di vita, gli stessi cuori che battono sotto quello stemma che portiamo con orgoglio, in ogni momento della nostra giornata. Siamo differenti dagli altri per natura, ma uguali tra di noi nonostante tutto: questa è la nostra forza, questo è ciò che ci rende unici. Ci attende una stagione decisiva, nella quale vogliamo dimostrare di essere uniti, grazie a quella forza che ci farà essere sempre competitivi; per tornare protagonisti, per rendervi ancora più orgogliosi, per ripagare tutta la fiducia che ci avete sempre dimostrato. Siamo tutti parte della squadra più bella del mondo. Ecco perché sappiamo che vi troveremo al nostro fianco, anche quest’anno. Non vediamo l’ora di ricominciare, insieme a voi».