Zanetti: “De Boer? Tutta l’Inter lo supporta. Banega e Medel…”

Articolo di
11 settembre 2016, 20:40
zanetti

Javier Zanetti parla ai microfoni di Premium Sport a pochi minuti dal fischio d’inizio di Pescara-Inter: il vice presidente nerazzurro sottolinea come tutta la società voglia supportare e aiutare Frank de Boer e dimostra inoltre grande rispetto per la squadra di Massimo Oddo

AIUTO A DE BOER – «Credo che abbiamo avuto due settimane, a parte i giocatori andati in Nazionale, per poter lavorare e il mister ha avuto tempo di ragionare insieme a loro e capire quello che si può migliorare. La squadra è di qualità e speriamo di poter iniziare a far punti stasera. Un vantaggio per i giocatori del Pescara quello di non aver fatto tanti chilometri in Nazionale? No, io penso che i giocatori dell’Inter per la maglia che indossano devono sempre dare qualcosa in più, ci sono i presupposti e tutti aspettiamo una grande prestazione stasera per poter iniziare il nostro campionato. Che tipo di allenatore è de Boer? Il mister ha le sue idee di calcio ed è normale che inizi a capire e scoprire le difficoltà del campionato italiano e da lì porre le basi per dare forma alla nostra squadra. Anche lui vuole che l’Inter sia protagonista su tutti i campi. Tutti stiamo cercando di dare una mano a de Boer in questo senso, è vero che il campionato italiano è insidioso».

PARTITA INSIDIOSA – «La partita di stasera sarà difficile e sappiamo che ci sarà da soffrire, noi cerchiamo di dare qualsiasi tipo di informazione al mister in modo che sappia come affrontare qualsiasi partita. Banega trequartista? Quella posizione la conosce benissimo e può dare il suo contributo, perché ha grandi qualità e trova l’ultimo passaggio facilmente. Medel – avendo Banega e Joao Mario che sono due giocatori con ottimi piedi – deve stare davanti alla difesa per fare filtro, quindi credo che stasera lo vedremo lì. Quanto tempo ci vorrà per vedere una squadra competitiva? Speriamo non ci voglia molto per vedere un’Inter competitiva, serve tempo per lavorare anche se sappiamo che nei grandi club c’è sempre una certa fretta».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Viviana Campiti

Viviana Campiti

Nata e cresciuta in Calabria, dove si laurea in Scienze dell'Educazione. Amante del calcio in tutte le sue forme, dalla Terza Categoria alla Serie A. Interista per predisposizione naturale e onestà intellettuale. Pazza come Maicon, passionale come Stankovic, fedele come Zanetti. Nel tempo libero ama il cinema, ma soprattutto scrivere.