Zanetti a MP: “Icardi? I tifosi vanno rispettati”

Articolo di
16 ottobre 2016, 14:48
Javier Zanetti

Il vice presidente dell’Inter parla del “caso Icardi” scoppiato nelle ultime ore sottolineando la necessità che tutti i tesserati dell’Inter rispettino i suoi tifosi

Tra pochi minuti Inter e Cagliari scenderanno in campo al Giuseppe Meazza, ma l’attenzione è inevitabilmente concentrata sul “caso Icardi” scoppiato nelle ultime ore. Intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium, il vice presidente Javier Zanetti ha usato parole dure in difesa della tifoseria: “Purtroppo prenderemo provvedimenti come società i tifosi sono la cosa più importante, tutti dobbiamo rispettarli. I nostri tifosi sono quelli che ci accompagnano e noi dobbiamo fare di tutti per farli rispettare, noi non possiamo accettare questi comportamenti, ogni singola persona della nostra società deve sapersi comportare. La cosa più importante è vincere questa partita, dopo di che parleremo e vedremo cosa fare”.

TOGLIEREMO LA FASCIA A ICARDI?- “Dopo parleremo di questo, ma non vale solo per Icardi, vale per tutti quanti. I comportamenti devono essere d’accordo coi nostri valori e con la forza di Icardi. Io credo che in questo momento bisogna sostenere la squadra per vincere questa partita, poi avremo tempo per poter parlare di tutto”.

L’INTER SAPEVA DELLE PAROLE DI ICARDI?- “Questa è una cosa privata sua, in questo momento si parla di questo aegomento e nessuno se l’aspettava, siamo concentrati su obiettivi più importanti. L’Inter è sopra ogni singola persona, questo non ci voleva alla vigilia di una partita così importante”.

L’USO DEI SOCIAL- “Purtroppo esistono questi social utilizzati in maniera negativa, noi dobbiamo salvaguardare la società, far rispettare i nostri tifosi e la storia dell’Inter. Ogni singola persona dell’Inter deve stare attenta a quello che scrive, può scrivere quello che vuole della sua vita privata ma deve fare attenzione a non danneggiare la società”.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Alessandro Cocco

Alessandro Cocco

Nato e cresciuto in Sardegna, vive attualmente a Roma dove studia storia moderna e contemporanea presso l'Università Sapienza. Tifa Inter fin da bambino, ma segue con attenzione anche il calcio estero dove le sue squadre "simpatia" sono Liverpool, Atletico Madrid ed Hercules Alicante (per l'unico motivo che ad Alicante ci ha vissuto un anno durante il suo erasmus). Scrive anche su bundesligapremier.it