Thohir: “Inter non servivano rivoluzioni. Spalletti top. Perisic…”

Articolo di
25 agosto 2017, 16:41
Thohir

Il presidente dell’Inter Erik Thohir il 21 agosto scorso ha rilasciato una lunga intervista all’emittente indonesiana MetroTv News. Ecco le sue parole sul suo impegno in nerazzurro e la stagione appena iniziata

PRESIDENZA – «Il mio obiettivo ora è completare la preparazione dei Giochi Asiatici l’anno prossimo. Quindi, mi sono ritirato molto dalla mia azienda e naturalmente ci sono alcune aziende come l’Inter e anche le stazioni televisive, che capiscono la mia posizione e dicono che va bene. Quindi sono grato a Suning Group e al mio partner che capirà perché mi concentro sui Giochi Asiatici».

ROSA INTER – «Perisic, Icardi e Candreva non dovrebbero andare da nessuna parte e rimanere in giro. Per formare una squadra non è possibile cambiare giocatori dai cinque ai sei giocatori ogni anno. In difesa attualmente ci sono Handanovic, Miranda e D’Ambrosio, i quali sono tre giocatori vecchi. Poi ci sono Milan Skriniar e Dalbert che sono dei giocatori nuovi. Non tutti i difensori devono essere sostituiti. In attacco ci sono Icardi, Perisic e Candreva. Non credo che ci sarà un cambiamento, ma ci sarà un rafforzamento. A centrocampo ci sono Borja Valero, Gagliardini e Vecino. Tuttavia, cerchiamo con i nuovi giocatori. Ci aspettiamo che la stabilità e il cambio di squadra non siano drastici».

NUOVA STAGIONE – «Spalletti è un allenatore internazionale. Oltre ad avere allenatori in Italia aveva allenato in Russia, poi è tornato in Italia e ha gareggiato in Champions League. L’esperienza internazionale di Spalletti esiste già. Il gioco di Spalletti è difficile e disciplinato e spero che continui a portare consistenza all’Inter. La Beneamata negli ultimi anni è sempre stata un su e giù emozioni. Bene nelle mani di Spalletti finora, l’Inter sembra migliorata. Rispetto al precampionato della scorsa stagione, i risultati di questo sono stati molto migliori. Ora è il momento per l’Inter di rafforzare la sinergia dei giocatori in modo da raggiungere l’obiettivo. Non stiamo giocando in Champions League o in Europa League. Quindi, partecipando a un solo torneo, dobbiamo concentrarci sul campionato e sul fatto di avere una squadra solida».