Susic: “Tifo Inter da bambino: un sogno lavorare con Mancini”.

Articolo di
2 gennaio 2015, 07:22
Tino-Sven Susic

La Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina ha fatto quattro chiacchiere con Tino Susic prossimo acquisto dell’Inter per giugno 2015.

«Mio padre era fortissimo», dice Susic, «ma amava troppo fare baldoria. Io sono diverso. il mio idolo resta Zidane ma non oso paragonarmi a lui».

Lei sta per arrivare all’Inter nonostante l’interessamento di squadre di alto livello come Chelsea, Arsenal e PSG…

«Non potrei desiderare altro. Tifo Inter da quando sono bambino e da quando è stato acquistato Ronaldo. Un club con una storia simile è un sogno, figurarsi con un allenatore come Mancini. Meglio pure del PSG di mio zio Safet. E poi preferisco il vostro campionato che da ragazzino guardavo sempre».

Ora la serie A non sta passando un gran momento, come l’Inter d’altronde.

«Ogni squadra prima o poi va in crisi. Sono certo che tornerà tra le prime al mondo. La serie A resta comunque tra i tornei top al mondo».

Quando preferirebbe arrivare a Milano: ora o a giugno?

«Il prima possibile però dipende dai miei agenti. E l’importante è arrivare: finchè non si firma può succedere di tutto».

Giocherà con Kovacic…

«E’ molto bravo, si vedeva fin da ragazzino: troppo forte per il campionato croato. E lo dico io che sono dell’ Hajduk».

Perchè ha scelto la Bosnia avendo altri passaporti?

«Mio padre, mio zio e tutta la mia famiglia sono bosniaci».

Ha un buon rapporto con suo zio Safet?

«Ottimo. Andavamo sempre a trovarlo quando era a Parigi al PSG. Mi da sempre molti consigli».

In Bosnia si è gridato al nepotismo quando Safet l’ha convocata in nazionale…

«Ci sono abituato. C’è sempre qualcuno che vuole impedirti di raggiungere il tuo obbiettivo per invidia».

Crede che Mamic, numero uno della Dinamo Zagabria e grande burattinaio del calcio croato, sia simile a Moggi?

«Non sta a me fare paragoni ma quello che sta succedendo in Croazia è sotto gli occhi di tutti: stanno rovinando il calcio poco a poco».

Bel personaggio questo Susic. Idee chiare e obbiettivi precisi. Potrebbe essere davvero un buon acquisto per la società di Thohir in prospettiva futura.

Facebooktwittergoogle_plusmail