Spalletti:”Lavoro per restare. Potenziale Inter ancora frenato”

Articolo di
21 febbraio 2018, 10:58

Luciano Spalletti nella sua lunga intervista al “Corriere dello Sport” ha parlato del futuro suo e dell’Inter, soffermandosi su cosa serve per arrivare al livello di Juventus e Napoli.

GAP CON IL TOP – «Il gap con Juventus e Napoli lo colmeremo quando riusciremo ad avere la stessa continuità di risultati che per il momento è molto differente. Il tempo è come un elastico che si accorcia e si allunga. La competenza professionale, insieme a un livello di sforzo e di lavoro continuativo fuori dal comune, è l’ingrediente che separa la realtà dal sogno».

IDENTITA’ – «Più volte io stesso ho evidenziato come ancora non siamo riusciti a esprimere in pieno le nostre potenzialità e di conseguenza anche l’idea di gioco che abbiamo finisce per restare spesso… con il freno a mano tirato. Ritengo però che il concetto di giocare bene o male sia molto relativo: nella prima parte del campionato abbiamo mostrato un’identità di squadra molto marcata, magari caratterizzata soprattutto dalla solidità difensiva e dal cinismo offensivo. Tuttavia un’idea distintiva di come interpretare le gare ci ha permesso di conquistare molti punti».

FUTURO – «A fine anno si fanno gli “inventari” in tutte le aziende e vengono fuori i numeri e le analisi che possono far cambiare idea a chiunque. Lavoro ogni giorno con il massimo impegno per poter restare all’Inter il più a lungo possibile, magari raggiungendo anche qualche risultato importante».






ALTRE NOTIZIE