Spalletti: “Top? Difficile senza CL, ma saremo pronti. Icardi…”

Articolo di
24 luglio 2017, 18:09
Spalletti

L’Inter di Luciano Spalletti ha sconfitto per 1 a 0 il Lione grazie a un gol di Stevan Jovetic. Al termine del match il tecnico nerazzurro ha parlato del mercato senza dimenticare l’infortunio di Mauro Icardi e una risposta ad alcune voci che lo vedrebbero nervoso

MERCATO – «Ci eravamo detti di andare a mettere dei profili per ridare forza alle qualità che ci sono dentro all’Inter perché ci sono. Come ci insegna la storia della nostra proprietà non è ostentando subito e facendo vedere gli acquisti folli che si fanno le cose. Noi dovevamo compiere prima dei passi. Non è facile trovare il profilo giusto. Dobbiamo vedere la situazione adatta che fa per noi. Se non capita il calciatore che ci dà spessore, non è facile perché non si partecipa alla CL. Diventa difficile farli venire. Ci sono un po’ di regole da seguire. Bisogna mantenere la tranquillità giusta perché il nostro capo ha detto che se capiteranno le situazioni che possono andare in questa direzione, faremo degli acquisti con qualità. Vogliamo andare a costruire una vita da protagonisti. Si sta facendo un lavoro di ricerca di grandissima qualità, non è facile trovare il profilo giusto. Finché non capita questo profilo il discorso rimane così. Staremo ad aspettare il momento più giusto».

BOMBER INFORTUNTATO – «Icardi deve recuperare ancora per qualche giorno. Finché non avrà sensazioni buonissime lui, non lo mettiamo in campo. A costo di schierarlo per la prima volta alla prima di campionato. Abbiamo uno dei giocatori giovani più forti Pinamonti, abbiamo Eder che può fare quel ruolo lì, per il momento abbiamo Jovetic che ha fatto vedere le sue qualità. Il nostro centravanti rimane Mauro Icardi. Stiamo cercando dei calciatori ma non per sostituire, ma per mettere dentro profili che completino le qualità dei calciatori forti che già abbiamo. Non vogliamo sostituire gli elementi che abbiamo a disposizione. Vogliamo un contributo alle nostre qualità».

RISPOSTE – «Le parole di Pallotta? Ti posso dire il titolo che hai fatto qualche tempo fa. Vi vedo già nervosi, ritti sui pedali. Vi conviene viverla meglio perché io ero la quarta scelta ma mi hanno scelto… Capello dovrà prendere il mio posto… Sono tutte cose che fanno parte della sincerità o del veleno che si ha addosso quando si va ad affrontare una questione. Pallotta per me è un presidente con il quale ho avuto un buon rapporto. Quello che avevo da dirgli l’ho detto a lui. Gli auguro di fare un grandissimo campionato. Non so come è stata la storia, io con Sabatini mi trovo benissimo. Lo trovo una persona simpatica e di grandissima qualità». Queste le parole di Luciano Spalletti riportate da “Calciomercato.com”.