Spalletti a Sky: “La strada è giusta ma dobbiamo migliorare”

Articolo di
16 settembre 2017, 17:43
Spalletti

Luciano Spalletti è stato intervistato da Sky Sport dopo la vittoria per 0-2 dell’Inter in casa del Crotone grazie alle reti di Milan Skriniar e Ivan Perisic; quarto successo in quattro partite di campionato per i nerazzurri.

«Questa vittoria ha un significato importantissimo perché noi siamo una squadra in costruzione nel senso che dobbiamo crearci una mentalità forte, dobbiamo avere questa testa solida che sa sopperire, si sa adeguare e calarsi in delle realtà come quella di oggi dove all’inizio c’erano 30 gradi. Questa adattabilità è sintomo di crescita, dal punto di vista della mentalità siamo migliorati e nella ripresa abbiamo giocato una buona partita. Perisic? Io non tocco niente, le squadre che vogliono fare risultato ragionano così dividendosi pregi e difetti facendosi carica delle difficoltà del compagno, il leader e lui lo è si fa vedere e prende la palla ripulendola o facendo dei rientri di 100 metri di corsa e fisicità importanti. Questa è la strada giusta però poi ci sono da fare ancora dei passi in avanti che vanno fatti velocemente perché oggi abbiamo rischiato e Handanovic è stato bravo. E’ stata una squadra accesa dal primo al 90′ il Crotone è bravo a fare duelli e a buttare palla dritto per dritto, all’inizio costruivamo però non siamo mai riusciti a far valere il 3 contro 2. C’era da stare in equilibrio ed essere reattivi in base a tutte le letture e noi lo abbiamo fatto, è in questo che la squadra sta crescendo. Il gol prima o poi lo subiremo ma i nostri avversari devono essere bravi per farcelo. Icardi? Lo abbiamo cercato poco nel primo tempo forzando la costruzione però se qualche volta gliela butti dietro le spalle della linea difensiva costringendoli a correre all’indietro diventa un vantaggio, è chiaro che quando si costruisce e loro ti vengono a pressare anche Mauro deve venire a metà strada abbassandosi per aiutare; come linea difensiva difficilmente trovi lo spazio alle loro spalle. Odgaard? Noi abbiamo creato già dei problemi alla Primavera prendendoci Vanheusden, complimenti a Stefano per questo risultato».