Spalletti a Sky: “Dobbiamo crescere, abbiamo una rosa corta”

Articolo di
15 ottobre 2017, 23:30
Spalletti

Luciano Spalletti ha parlato a Sky Sport dopo la vittoria per 3-2 nel derby contro il Milan grazie alla tripletta realizzata da Mauro Icardi; l’Inter si trova da sola al secondo posto a due punti dal Napoli capolista.

«Cancelo sul gol del 2-2? Da quinto era già agevolato a fare la diagonale, figuriamoci da quarto (ride ndr). Lui quello là non può lasciarlo scappare sul secondo palo però lì è anche come interpretano il calcio all’estero con maggiore attenzione sulla fase offensiva; c’è qualcosa da mettere a posto sulle misure. Sugli scarichi corti non si sale ma si rimane sul posto. Il rigore non c’era secondo Montella? Ragazzi, nella conferenza stampa di ieri qualche cosa si dice perché ti devi anche difendere però non rispondo sulle dichiarazioni dei colleghi. Non analizzo perché sennò dovrei dargli contro e io lo stimo; assoluto rispetto per l’uomo e il professionista Montella. Tripletta di Icardi? Per una settimana con Nainggolan ci ho dormito (ride ndr). Mauro stasera è stato grandioso perché ha finalizzato tutto quello che gli è stato messo lì dentro assumendo quella posizione che gli si chiede, è venuto a recuperare il pallone come gli si chiedeva, non succede niente se arretra di una ventina di metri. E’ poi stato forte da un punto di vista della personalità e della qualità. E’ un giocatore forte nonostante l’età giovane, assorbe tutto quello che gli vuoi caricare sulle spalle. Il Napoli? Io non sto tirando fuori niente, vedo calciatori interessati, seri e sani che fanno quello che chiedo; se si ha una conoscenza su dove si vuole andare diventa più facile fare risultati. L’anno scorso siamo arrivati a tanti punti dalle prime e ora abbiamo tanto fieno in cascina e dobbiamo continuare così, poi magari si faranno altri discorsi. Secondi da soli? Solo entusiasmo, il Napoli giocherà col Manchester City ma io oggi non avevo ricambi a centrocampo: Brozovic ne avrà per almeno 20 giorni e Joao Mario difficilmente recupererà per sabato, non abbiamo una rosa lunga. Noi non abbiamo le coppe ma abbiamo anche meno giocatori degli altri. Santon ha recuperato e mi sembra intelligente e forte fisicamente e quindi se glielo chiedi qualche volta può fare anche il centrale. Sarà una partita stimolante, andremo a giocarcela ma il Napoli è tanta roba. Manca un centrocampista? Nel secondo tempo loro sono stati bravi (il Milan ndr), Montella è stato bravo a cambiare la squadra portando due punte vicine a Suso e Bonaventura con Borini a fare solo l’esterno offensivo e non il quinto di difesa come nel primo tempo, poi noi non siamo riusciti a palleggiare bene e quando l’abbiamo fatto eravamo lenti e non eravamo neanche messi bene. Ma quando abbiamo palleggiato bene abbiamo creato le occasioni per segnare, dobbiamo fare qualcosa in più sul palleggio. Il secondo gol del Milan era evitabilissimo perché Cancelo non può lasciarsi sfilare l’uomo. Scudetto? Ragazzi io non sono di quelli che stanno lì a piagnucolare, si sapeva già da ieri che non avrebbe giocato Joao Mario e Cancelo ha sempre fastidio al ginocchio. Dobbiamo crescere ancora, oggi abbiamo sofferto. Poi si spinge al massimo e si vedrà poi chi avrà paura a giocare questa partita, ognuno si crea la locandina che vuole, poi si gioca e si guarda».