SM: “Ecco i promossi e i bocciati del ritiro”

Articolo di
17 luglio 2015, 13:44
Kondogbia Mancini

Si è concluso ieri il ritiro nerazzurro in quel di Riscone di Brunico. In casa Inter è tempo di bilanci per capire chi sarà del progetto. A stilare i conti ci ha pensato Bruno Longhi durante l’ultima edizione di SportMediaset. Non mancano le sorprese per il futuro.

BILANCIO – “L’Inter ha concluso il ritiro di Riscone di Brunico e Roberto Mancini può iniziare a fare un piccolissimo bilancio pre-stagionale attraverso il responso delle prime amichevoli. Indipendentemente dai prossimi colpi di mercato Perisic, Salah e Jovetic già si possono individuare i promossi, cioè coloro che faranno parte in pianta stabile del progetto, i rimandati e i bocciati“.

PROMOSSI – “L’ultima gara contro il Carpi ha detto che Kondogbia è il nuovo leader della squadra, che Icardi è intoccabile, che Palacio sa essere utile e talvolta indispensabile, che Hernanes se continua sugli standard dell’ultima parte della precedente stagione è confermatissimo dietro le due punte. Handanovic rimane il numero uno e Miranda e Murillo partono con il posto garantito. Sta guadagnando posizioni Mateo Kovacic, schierato come vertice basso del centrocampo a tre e affiancato da Kondogbia e Brozovic, che se confermasse le buone prestazioni prenderebbe il posto di Medel che avrebbe non poche difficoltà a ritrovare una maglia da titolare“.

RIMANDATI E BOCCIATI – “Proprio Medel, insieme a Guarin, figurano tra i rivedibili. Mentre tra i bocciati possono essere inseriti i vari Santon, Nagatomo e alla luce dei nuovi arrivi uno tra Juan Jesus, Ranocchia e Vidic. Ovviamente c’è anche Shaqiri, non in grado di rispondere alle attese di Mancini che sperava di aver trovato in lui un esterno e non un trequartista in più, ritornerà quasi certamente in Germania”