SM: “All’Inter serve un cataclisma”

Articolo di
29 maggio 2015, 14:04
Europa League

Mancano solo novanta minuti e la classifica di Serie A Tim 2014-2015 sarà finalmente svelata. E’ accesa la lotta per quanto riguarda la qualificazione in Europa League. Sono tre le squadre che si contendono l’ultimo posto disponibile. Un servizio in onda su Sport Mediaset ha spiegato la situazione.

90 MINUTI ALLA SENTENZA – Manca solo un posto per l’Europa League, dato che uno è assegnato alla Fiorentina e l’altro andrà ad una una tra Lazio e Napoli. La coppa del giovedì è il salvagente su cui aggrapparsi per dare un senso ad una stagione. Ovviamente è il caso dell’Inter in bilico sul dirupo, appesa al classico ciuffo d’erba. Entro oggi, tempo massimo concesso alla nostra Federazione alla Uefa, c’è tempo per comunicare i nomi delle squadre in regola con la licenza”.

PORTE BLOCCATE – Il club di Preziosi dovrebbe discutere la sua complicata posizione davanti al collegio di garanzia del Coni, dopo che ieri l’arbitro scelto da Genoa ha disertato l’udienza. Speranze quindi minime di scansare la ghigliottina. Il caso vuole che sia la Sampdoria a poter raccogliere per strada il biglietto milionario, altrimenti sarebbe già tagliata fuori. Ai blucerchiati basta un pareggio per conservare il settimo posto e il calendario offre un’occasione imperdibile. Domenica, ore 20.45 a Marassi, arriva il Parma retrocesso, che negli ultimi tempi in casa ha un rendimento da Europa mentre in trasferta ha opposto pochissima resistenza”.

POSSIBILI SOLUZIONI – L’Inter può dunque sperare in un cataclisma, peggio di quello che sta scuotendo la Fifa. L’unica chance è legata, oltre all’estradizione del Genoa, la vittoria del Parma a Genova e un successo casalingo contro l’Empoli. A quel punto arrivo alla pari con la Samp, scontri diretti in perfetto equilibrio e Inter avanti nella differenza complessiva: unico dato che sorride ai “manciniani”.