Shaqiri: “Il prossimo anno voglio un’Inter da scudetto”

Articolo di
13 giugno 2015, 09:01
Shaqiri

Xherdan Shaqiri ha parlato con la stampa elvetica dell’Inter e del suo rapporto con l’ambiente e l’allenatore. “Tages Anzeiger” ha raccolto le sue impressioni sui primi sei mesi di Inter che lasciano trapelare un certo grado di insofferenza per il poco impiego:

AMBIENTAMENTO Shaqiri ha patito un’evidente difficoltà di ambientamento nell’Inter, secondo la stampa elvetica, anche perchè non ha sentito la piena fiducia dell’allenatore. Fiducia che è necessaria per poter rendere al meglio. Ci sono state anche difficoltà ad inserirsi nel calcio italiano che è differente da quello tedesco.

STAMPA – Altro punto dolente sono state le critiche ricevute dalla stampa italiana nonostante Shaqiri riferisca di ricevere sempre apprezzamenti dai tifosi ogni volta in cui viene fermato per strada a Milano.

MANCINI – Shaqiri avrebbe anche criticato il metodo di allenamento di Mancini che tiene molto in considerazione la parte tattica delle sessioni giornaliere. Aspetto questo che l’elvetico ritiene troppo esagerato. Inoltre avrebbe piacere di essere maggiormente considerato nel progetto di gioco dell’allenatore jesino.

SPIRITO DI SQUADRA – Shaqiri sostiene che all’Inter manchi un certo spirito di squadra che si evidenzia nel poco tempo che i giocatori trascorrono insieme dopo le partite e gli allenamenti. Sente particolarmente la differenza rispetto alla nazionale svizzera.

ULTIMATUM – Alla fine della chiacchierata con la stampa elvetica, Shaqiri lancia una sorta di ultimatum all’Inter: «Voglio sapere che arriverà la prossima stagione, chi andrà via e quale formazione ha in mente l’allenatore. Mi aspetto di lottare per il titolo il prossimo anno».

Il rendimento di Shaqiri è stato molto discontinuo nella seconda parte della stagione. Siamo davvero sicuri che non sia anche colpa sua?

 

Facebooktwittergoogle_plusmail