Samaden: “Ogni anno 4-5 giovani in squadra. Thohir…”

Articolo di
15 novembre 2015, 17:04
samaden

Il direttore del Settore Giovanile nerazzurro Roberto Samaden ha parlato quest’oggi a margine della presentazione del progetto “Inter Grassroots Program” soffermandosi soprattutto sulle figure del presidente Erick Thohir e dell’allenatore Roberto Mancini.

THOHIR – Lavorare sui giovani è una parte importante del progetto nerazzurro, un progetto appoggiato anche dal presidente Thohir stesso. Ecco le parole di Samaden nei suoi confronti riportate dal sito ufficiale della società nerazzurra: «La spinta che il presidente e la società ci stanno dando è orientata ad avere ogni anno 4-5 prodotti del nostro Settore Giovanile nella rosa della prima squadra. Siamo contenti e orgogliosi di offrire, a due anni dall’inizio dell’avventura del presidente in nerazzurro, questo nuovo progetto come regalo. Massimo Moratti ci ha permesso di iniziare a lavorare in questa direzione e adesso la spinta è ancora più forte, sia per necessità che per volontà».

PROGETTO INTER GRASSROOTS – Samaden ha poi parlato del progetto presentato, un progetto tecnico che sostituisce il precedente sistema delle affiliazioni: «Abbiamo sempre pensato a qualcosa di nuovo per i nostri progetti. Le affiliazioni, sul territorio italiano, sono ormai una caratteristica di tutti i club professionistici. Ma in termini tecnici danno poco e permettono di ricevere poco. L’abbiamo rilevato con grande onestà e grazie al lavoro di tutte le persone che collaborano con me ogni giorno abbiamo deciso di lanciare questo programma. Speriamo di arrivare in alto, come è stato per tutti i nostri progetti precedenti»

MANCINI – In chiusura, Roberto Samaden ha parlato dei punti di forza del settore giovanile, fra cui la collaborazione con la prima squadra promossa anche dall’allenatore Mancini: «Uno dei nostri punti di forza è sicuramente il collegamento con l’area tecnica della prima squadra. Con Roberto Mancini e con il direttore sportivo Piero Ausilio c’è un rapporto consolidato, costruito negli anni. C’è una grandissima volontà e disponibilità da parte loro per creare un ponte tra Settore Giovanile e calcio professionistico».