Pioli: “Inter a ritmi elevati, deve rallentare! Gabigol e Juve…”

Articolo di
28 gennaio 2017, 23:33
Pioli Stefano

Stefano Pioli – intervistato dai microfoni di “Rai Sport” durante la diretta di “Calcio Champagne” su Rai 2 -, non smette di pensare alla rincorsa della sua Inter: non è ancora tempo di festeggiare, ora sotto contro Lazio e soprattutto Juventus

AMBIENTE POSITIVO – Settima vittoria consecutiva in campionato per la squadra di Stefano Pioli, che adesso è chiamato all’impresa: «L’Inter vuole continuare a dare il massimo per vincere più partite da qui a fine campionato, alla fine vedremo dove saremo arrivati. L’ambiente è condizionato dai risultati, prima c’era troppa negatività intorno a noi, adesso viene riconosciuto l’impegno dei miei giocatori: sono contento di questo, in un ambiente positivo si può rendere meglio. Sappiamo di non aver fatto niente, dobbiamo insistere e fare meglio: adesso pensiamo alla prossima partita, quella di Coppa Italia contro la Lazio e vogliamo fare bene».

DOVE, COSA E COME MIGLIORARE – «Un allenatore deve lavorare su tutte le situazioni: sulla testa dei giocatori, ma anche sul fisico, sulla tattica e sulla tecnica. Sappiamo che mancano ancora tante partite: non siamo ancora nella posizione in classifica in cui vorremo essere a fine campionato. I ragazzi devono migliorare nella gestione della gara: stiamo andando a ritmi importanti facendo un calcio propositivo, ma dobbiamo rallentare ogni tanto ed essere più precisi mentre rifiatiamo. C’è bisogno di questo per essere una squadra lucida e compatta».

INTER PENSIERO FISSO – «Ho avuto esperienze passate che mi hanno fatto crescere e migliorare conoscenze e metodo di lavoro: l’Inter è una grande squadra ed è arrivata al momento giusto. Questi sono solo risultati parziali che non ci danno nessuna certezza: bisogna lavorare al massimo per ottenere i risultati che vogliamo. Contro la Juventus ci aspettiamo una grande partita tra due grandi squadre che hanno prestigio e in questo momento stanno molto bene: affrontiamo squadra la più forte del campionato, ma siamo l’Inter e vogliamo fare del nostro meglio».

GABIGOL COME GLI ALTRI – «C’è fiducia in Gabriel “Gabigol” Barbosa così come in tutti i giocatori, che stanno lavorando con grande intensità: Gabigol è uno di quelli, ma anche tutti gli altri. I miei giocatori sanno di far parte di una squadra forte, c’è da lavorare bene per farsi trovare pronti».

DIFESA SODDISFACENTE – «I miei difensori hanno la qualità per fare gol, soprattutto sui calci piazzati. Joao Miranda e Jeison Murillo hanno la capacità di fare il gol, dovremmo creare più occasioni, quindi ben vengano i gol dei difensori: possono essere un’arma efficace. Gary Medel e Murillo sono difensori diversi: Medel è un difensore che gioca anche a centrocampo, quindi ha una verticalizzazione più rapida; Murillo sta facendo benissimo. Sono contentissimo di tutti i difensori centrali che ho: stanno facendo tutti bene».