Pioli a IC: “Banega e J. Mario insieme? Prima di me l’Inter…”

Articolo di
8 gennaio 2017, 15:44
Stefano Pioli Milan-Inter

Stefano Pioli – intervistato dai microfoni di “Inter Channel” – commenta la vittoria di Udine sottolineando gli errori iniziali della sua Inter, ma facendo anche riferimento alle difficoltà incontrate. Poi chiarisce la situazione relativa alle scelte tecniche in mezzo al campo

UDINESE BATTUTA – E con questa sono quattro vittorie consecutive per l’Inter di Stefano Pioli, che guarda il bicchiere mezzo pieno: «Credo che l’Udinese non avesse bisogno di trovare fiducia, un po’ gliel’abbiamo data noi perché tecnicamente abbiamo sbagliato troppi passaggi, quindi siamo andati un po’ in difficoltà. Devo dire che la squadra ha continuato a lavorare e stretto i denti. Gli avversari erano di qualità, ma li ho visti convinti di avere la possibilità di vincere la partita e credo siano stati premiati per la determinazione messa in campo. Il rischio sarebbe partire con la mentalità di affrontare avversari facili: noi sappiamo che in Italia non ce ne sono, soprattutto nel girone di ritorno. Tutti avranno difficoltà a battere squadre che lottano per non retrocedere: è sempre stato così, quindi incontreremo difficoltà».

ORA IL CHIEVO – «Il prossimo avversario che affronteremo a San Siro è il ChievoVerona, da sempre ostico: da martedì dovremo ritrovare la concentrazione perché è chiaro che la striscia sta diventando positiva e interessante, ma dobbiamo correre perché gli altri non ci aspettano e se vogliamo pretendere qualche posizione in più dobbiamo fare altrettanto. In passato, prima del mio arrivo, hanno giocato insieme Ever Banega e Joao Mario, dando anche buone risposte, ma c’era Gary Medel. In questo momento vedo difficile far giocare Joao Mario, Marcelo Brozovic e Banega perché sono giocatori che amano andare senza palla e inserirsi: sabato mancherà Brozovic e vedremo che scelte fare».

Facebooktwittergoogle_plusmail