Moratti: “Un anno senza Europa non sarebbe un dramma”

Articolo di
19 maggio 2015, 14:00
massimo moratti

Tra le varie personalità legate al mondo del calcio presenti alla mostra “Football Heroes” di Milano c’era anche l’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti che ha risposto ad alcune domande dell’inviato di “SportMediaset” riguardo la stagione dei nerazzurri (che potrebbe chiudersi senza l’ingresso alle coppe europee), delle difficoltà incontrate da Roberto Mancini in questa sua seconda avventura ad Appiano e dei paragoni tra la Juventus e la squadra del Triplete.

MANCINI – “Deluso da Mancini? Forse è Mancini che si aspettava di più dalla squadra non credo che noi ci dovessimo aspettare di più da lui. Sta facendo il massimo possibile e con un po’ di grinta, di carattere, di personalità e di amor proprio forse si riuscirà ad ottenere risultati migliori”.

UN ANNO SENZA EUROPA – “No non sarebbe un dramma, si spera di poterci entrare e sarebbe giusto farla perché sarebbe un bene da ogni punto di vista per la società anche e sopratutto dal punto di vista dell’immagine ma senza ci sarebbero anche dei vantaggi cioè avere il tempo di preparare al meglio le partite di campionato”.

LA JUVE E L’INTER DEL TRIPLETE – “L’Inter del Triplete aveva dei giocatori formidabili e fantastici e veniva da cinque anni di vittorie un po’ come l’attuale Juve, sono due squadre diverse ognuna con le proprie caratteristiche. La Juve la vedo come come una squadra di grandissimo carattere”.

COME SI BATTE IL BARCA – Chiusura con una battuta con l’ex patron che, alla domanda su quale consiglio volesse dare alla Juventus su come battere il Barcellona ha risposto: “Dovrei dare un consiglio a chi? Al Barcellona? (ride).