Moratti: “Pioli ce la farà. Samuel? Ci voleva! Sul derby dico…”

Articolo di
16 novembre 2016, 16:29
Moratti

Massimo Moratti – intercettato dai giornalisti sotto gli uffici della Saras – parla della sfida tra Inter e Milan che andrà in scena domenica sera: l’ex Presidente nerazzurro punta su Mauro Icardi, teme Gianluigi Donnarumma e dice la sua sul ritorno di Walter Samuel. Di seguito le sue dichiarazioni, riportate da “Gazzetta.it”

CONFRONTI   Massimo Moratti – parlando del derby che andrà in scena domenica sera alle ore 20.45 – non ha dubbi su chi potrebbe essere l’uomo decisivo: «Sicuramente viene da pensare a Icardi, ma ci sono anche altri che possono far vincere l’Inter. Chi toglierei al Milan? Il portiere è molto forte. Penso che Donnarumma sia il loro punto di forza. Montella si è dimostrato un ottimo allenatore, il Milan sta facendo bene. Pioli? Non ha un compito facile, ma ce la farà. E la Champions è un traguardo che si può ancora raggiungere. Montella sta dimostrando di fare molto bene. Solitamente il cambio di allenatore porta fortuna. Ma per Pioli non è un lavoro facile, si trova subito una partita difficile ma è una persona intelligente e riesce a far giocare bene le sue squadre».

RICORDI E RITORNI – Non manca un commento sul derby dal sapore orientale: «Non ci pensi molto. Secondo me è affascinante comunque, i temi sono legati a fatti sportivi e non societari. Il mio primo derby mi è piaciuto molto, eravamo sfavoriti ma alla fine abbiamo vinto. Poi quello dell’arrivo di Sneijder il giorno prima. I derby sono tutti interessanti, belli e pieni di pathos, sarà così anche domenica». In conclusione l’ex patron nerazzurro fa una considerazione sul ritorno all’Inter di Walter Samuel: «Bellissimo, sarà utile. Quelli che hanno fatto parte della squadra che ha vinto il Triplete sono ragazzi intelligenti, lui è affezionato all’Inter. Credo sia assolutamente quello che ci voleva».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Viviana Campiti

Viviana Campiti

Nata e cresciuta in Calabria, dove si laurea in Scienze dell'Educazione. Amante del calcio in tutte le sue forme, dalla Terza Categoria alla Serie A. Interista per predisposizione naturale e onestà intellettuale. Pazza come Maicon, passionale come Stankovic, fedele come Zanetti. Nel tempo libero ama il cinema, ma soprattutto scrivere.