Miranda via dall’Inter: un caso montato ad arte, già morto

Articolo di
4 agosto 2015, 20:29
Miranda

E’ il protagonista del giorno, ma non per la presentazione ufficiale avvenuta a Riscone di Brunico: Joao Miranda. E con lui il giallo che ha caratterizzato il pomeriggio nerazzurro. Grazie alle informazioni riportate dal portale “Calciomercato.com”, facciamo chiarezza sul caso montato ad arte, ma durato forse anche meno di ciò che ci si aspettava

IL CASO… – La notizia è rimbalzata dalla Spagna, precisamente dall’emittente madrilena Cadena Cope: Joao Miranda è stato acquistato dall’Inter in prestito oneroso biennale con obbligo di riscatto, ma il club nerazzurro non ha mai pagato i 3 milioni pattuiti per il trasferimento temporaneo. Pagamento da effettuare nei giorni scorsi, mentre per il riscatto se ne parlerà solo nell’estate 2017, a cifre più elevate: oltre i 10 milioni. Pare infatti che l’Inter abbia chiesto di posticipare la data del pagamento al mese di novembre, infastidendo notevolmente l’Atletico Madrid, pronto clamorosamente a richiamare il giocatore. Si prospettava, dunque, un immediato addio di Miranda all’Inter per ritornare in Spagna.

…GIA’ SMONTATO – In realtà, l’Inter non rischia nulla. E’ vera la notizia emersa sulla richiesta di posticipare la data della prima rata, ma di fronte al secco no dell’Atletico Madrid, la società di Erick Thohir ha provveduto immediatamente a inoltrare il bonifico richiesto. Il centrale brasiliano resta così all’Inter, come se qualcuno avesse avuto veramente dei dubbi a riguardo. Si sa, in questo periodo fa comodo indagare a tempo perso sulle vicende societarie dell’Inter, soprattutto quando ci sono di mezzo i soldi e un mercato “inaspettato”, perché di alto livello. “Dove li prende l’Inter tutti questi soldi?”. Tre milioni! Ah già, qui non c’è Mr. Bee, ma solo un gregge di pecore che cavalca l’onda del motto: “E’ crisi Inter!”.