Mancini:”Servono attaccanti, qualcuno dovrà andare via”

Articolo di
21 luglio 2015, 09:19
mancini

La “Gazzetta dello Sport” riporta le dichiarazionoi di Roberto Mancini, rilasciate ai media dopo la rifinitura di ieri. Il tecnico ha parlato ovviamente di mercato, commentando tutti i nomi più vicini al nerazzurro.

TANTO MERCATO – Roberto Mancini si è fermato a rispondere alle domande dei cronisti italiani dopo l’allenamento di ieri in vista della sfida col Bayern. La “Gazzetta dello Sport” riporta le sue dichiarazioni:

Mancini, cosa si aspetta dal mercato?
C’è ancora tempo, vediamo quello che può accadere. Qualcuno può arrivare, qualcuno dovrà andar via. È un dispiacere, ma c’è una lista e tutti non possono restare. Sono dispiaciuto per chi dovrà uscire perché per come lavorano terrei tutti, ma purtroppo c’è una lista da venticinque e non facendone parte sarebbe un rischio per loro star fermi tutta la stagione”.

Il Fair Play finanziario?
Dobbiamo sfoltire la rosa anche per questo. Vedremo i giocatori che ci serviranno nelle diverse posizioni e poi faremo il conto”.

Si potrebbero fare degli scambi?
Sul mercato tutto può accadere e cambiare in un giorno”.

La priorità è in attacco?
Sì, abbiamo bisogno di almeno un attaccante perché al momento lì davanti siamo in due”.

Filipe Luis è un giocatore che le piaceva prima che firmasse per l’Atletico Madrid?
“È bravo ed esperto. Ha giocato ad alti livelli”.

Resta da colmare il vuoto lasciato da Zukanovic?
“Come caratteristiche era ideale. Poteva fare il doppio ruolo, terzino e centrale. Non siamo riusciti a prenderlo, pazienza. Troveremo qualcun altro”.

Ha parlato con Thohir?
Ci siamo visti ieri (domenica, ndr.) sera a cena ma di fretta, ci rivedremo con calma nei prossimi giorni e faremo il punto”.

Perisic?
Al momento è un giocatore del Wolfsburg ed è difficile dire quello che può accadere. È un giocatore che ha qualità, può giocare in diversi ruoli”.

Ha mai pensato di acquistare Jovetic quando era in Inghilterra?
Ci avevo parlato l’estate della mia ultima stagione a Manchester, poi lo hanno comprato quando io me ne sono andato”.

Quali sono le sue caratteristiche?
“In attacco può fare tutti i ruoli: la prima punta, la seconda punta, l’attaccante esterno nel tridente”.

È più duttile di Salah?
No. Anche Salah può ricoprire più ruoli e fare la seconda punta come ha fatto spesso a Firenze. Ma uno è del City, uno è a metà tra Fiorentina e Chelsea”.

C’è ancora di mezzo la Fiorentina?
Non voglio che qualcun altro si offenda e non voglio che nessuno si offenda per niente”.

Cosa ne  penso di Felipe Melo?
Melo è un giocatore esperto e bravo”.

Magari sta aspettando una sua chiamata.
“Non mi aspetta assolutamente. È del Galatasaray. Come gli altri, ci può dare una mano. Ma al momento non sappiamo cosa può accadere”.