Mancini rammaricato: “Non dovremmo mai perdere così”

Articolo di
16 maggio 2015, 20:36
Mancini

Il tecnico nerazzurro è deluso per la sconfitta subita al Giuseppe Meazza contro la Juventus, si rammarica per le occasioni sprecate e ritiene che alcuni giocatori dell’Inter sentano troppo la pressione di giocare in casa.

L’Inter è uscita sconfitta dalla sfida casalinga contro la Juventus e probabilmente ha detto addio all’Europa. Il tecnico nerazzurro Roberto Mancini si è presentato ai microfoni di Mediaset Premium visibilmente deluso per la sconfitta: “Questa sconfitta pesa sicuramente, non avremmo mai dovuto perdere. La Juventus ha un carattere straordinario e giocatori di qualità, ma noi oggi abbiamo buttato tante occasioni: il calcio è questo, questo risultato non ha una logica, ma è andata così”.

HANDANOVIC ASSOLTO- A essere decisivo, anche se in negativo, è stato Samir Handanovic. Il gol del vantaggio bianconero è infatti frutto di una clamorosa papera del portiere sloveno, Mancini però non getta la croce su Handanovic ricordando le tante volte che ha salvato l’Inter con le sue parate: “Samir ci ha salvato tante volte, oggi è stato sfortunato, può capitare. Noi dovevamo essere più cattivi, ci manca la cattiveria agonistica in certi momenti, a prescindere dal gol valido annullato a Brozovic non dovevamo chiudere il primo tempo 1-1″.

IL PESO DI SAN SIRO- Nelle parole di Roberto Mancini c’è quindi un accenno alle carenze caratteriali dei giocatori a sua disposizione, il tecnico nerazzurro spiega meglio sottolineando il fatto che alcuni dei giocatori in rosa soffrano il peso di giocare in casa, dove l’Inter ha un rendimento nettamente inferiore rispetto alle gare in trasferta: “Giocare a San Siro è troppo pesante, condiziona troppo alcuni giocatori e su questo dobbiamo lavorare il prossimo anno: in trasferta siamo più leggeri, ma alcuni in casa soffrono troppo”.