Mancini: “Sul mercato qualcosa va fatta. Dobbiamo…”

Articolo di
27 dicembre 2014, 11:17
Mancini

Roberto Mancini ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Sky, ripercorrendo i temi caldi di questi giorni. Si parla di mercato, obiettivi attuali e presidenza nerazzurra, con una piccola visuale sul passato nerazzurro.

Nonostante il periodo festivo, Roberto Mancini si concede ai microfoni di Sky. Di seguito l’intervista di Nebuloni e Paventi.

I PERCHE’ DEL RITORNOEra una sfida un po’ diversa e riprovarci in una situazione non semplice potrebbe essere una cosa bella per me, sperando di riuscire anche ora. Dopo tanti anni all’estero sarei voluto rimanere all’estero, poi però capitano cose così: arriva l’Inter, che è un pezzo di vita! E poi l’Inter è l’Inter.

MORATTI E I TIFOSISiamo stati quattro anni insieme e abbiamo avuto un ottimo rapporto. Siamo stati benissimo! Mi ha fatto piacere che quando sono andato a trovarlo aveva il quadro del 15esimo scudetto, un bel ricordo per noi. Sono contento anche che la maggior parte dei tifosi è felice del mio ritorno. Questo dà grande forza, poi il lavoro da fare è tanto. Ci sarà un po’ da soffrire per noi e per loro.

CAPITOLO STADINon mi piace che gli stadi continuino a svuotarsi, diventando fatiscenti. Anche i campi dove giochiamo peggiorano, dovrebbero essere cose perfette perché siamo il paese del calcio.

TERZO POSTO ED EUROPA LEAGUEL’Inter è partita con un obiettivo ed è ancora possibile centrarlo. Vogliamo provarci fino all’ultimo, perchè abbiamo ancora chance e possibilità di farcela. Poi tutto dipende dalla situazione. L’Europa League sarebbe un grande trionfo, ma non sarà semplice da conquistare.

MERCATO E SCOUTINGIl FPF in questo momento è un problema: dovremo essere bravi a cercare giocatori adatti e se la squadra ha dietro un ottimo scouting si possono anticipare i grandi club che hanno ottime possibilità economiche. Dobbiamo essere bravi e veloci sui giocatori giovani, come ad esempio con Kovacic.  Poi magari devi cedere se ti serve per rinforzare la squadra con due-tre giocatori, ma speriamo non serva. Il mercato di gennaio non è semplice: ti capitano giocatori che non si sono ambientati quando si sono trasferiti in estate. Non avendo giocatori esterni, qualcosa sicuramente va fatta.

MAZZARRI, NAZIONALE ED ESTEROPer adesso non l’ho sentito ma magari capiterà nelle prossime settimane. Non era mia intenzione allenare la nazionale. Valutavo l’estero, ma se un giorno arriverà, sarà un grande onore. Tutti gli italiani devono pensare di avere esperienze all’estero, ti aiuta ad aprire la mente.

MIHAJLOVICFino ad ora ha fatto bene ovunque. Mi aspettavo diventasse bravo da allenatore perché è stato un grande calciatore, ha grande esperienza di calcio ed è un grande uomo.

POLITICANon ci penso. Non è presente nel calcio. Penso che conta l’esperienza nella vita, ci sono persone più adatte per questo.