Mancini: “La strada è quella giusta. Dipende da noi”

Articolo di
3 luglio 2015, 17:56
Mancini conferenza

Inizia ufficialmente la stagione dell’Inter. Roberto Mancini alla conferenza stampa di presentazione al centro Sportivo Angelo Moratti ha parlato dello stato attuale della squadra, ringraziando quanto di buono fatto dalla dirigenza che con acquisti importanti ha rafforzato notevolmente la rosa e che ancora potrà fare per renderla ancora più competitiva

GRAZIE AUSILIO«La dirigenza finora ha lavorato bene e credo che la strada sia quella giusta, gli obiettivi prefissati fino ad ora sono stati quasi tuti raggiunti»

SCUDETTO – «Sarà il capo a dire se saremo pronti a lottare per lo scudetto, per ora devo dire che sono contento perchè sono rimasti in tanti dell’anno scorso, che sono molto migliorati e con i nuovi giocatori la squadra è migliorata ancora, ora tocca a noi lavorare per fare una grande stagione. Siamo qui per cercare di ridurre il gap con la Juventus e per questo bisogna fare le cose per bene, migliorare i risultati e fare meno errori possibili»

MENTALITA’ – «La mentalità deve essere quella su cui abbiamo lavorato l’anno scorso, cercare di giocare sempre, sia in casa che fuori, per vincere. L’anno scorso abbiamo fatto degli errori ma su quelli dobbiamo ripartire. Il lavoro dell’anno scorso ci servirà, non è sprecato»

ESEMPIO JUVENTUS – «Noi speriamo di poter seguire l’esempio della Juventus che dopo due anni deludenti ha iniziato a vincere. Il nostro obiettivo è fare il massimo, forse ora siamo un po’ svantaggiati perchè la Juve vince da diversi anni ma non credo che il gap sia enorme, dipende tutto da noi stessi»

MODULO –  «Non c’è un modulo vincente , la difesa sarà a 4, centrocampo quasi sempre a 3, dipende anche dai giocatori che arriveranno, bisogna avere dei giocatori universali che sappiano are lapunta o l’esterno. Centrocampo a 4 o a 3 non fa differenza, dipende anche dalla squadra che hai di fronte»

CALCIO ITALIANO«Spero che la seria A torni il campionato di tanti anni fa, il migliore del mondo con i più grandi giocatori, quest’anno ne sono arrivati di bravi, speriamo»

TIFOSI – «Per noi sarà importante avere tanti tifosi, dipende da noi , se vinciamo sono sicuro che arriveranno in tanti a vederci giocare»