Mancini: “Il prossimo anno vinciamo noi lo scudetto!”

Articolo di
12 giugno 2015, 09:43
Mancini

Sempre dalla “Stampa” riprendiamo ancora alcuni passi dell’intervista di Roberto Mancini a Laura Bandinelli, inviata del quotidiano torinese. Si parla di Mihajlovic, di Thohir e di Moratti. Ecco le parole del tecnico interista:

MIHAJLOVIC – «Il Milan ha fatto una bella scelta nel mettersi nelle mani di Sinisa. Spero davvero che faccia bene con la squadra rossonera e che il Milan torni presto a competere per lo scudetto. Magari tra due anni perchè il prossimo anno arriviamo primi noi», inizia Mancini. «Non so quanto durerà con Berlusconi ma so che lui si impegna tantissimo, pretende il massimo dai suoi giocatori ed ha un carattere forte. Farà sicuramente una bella esperienza».

THOHIR – «Gli investitori stranieri sono arrivati nel nostro calcio come conseguenza della crisi in atto. Se vuoi competere con realtà come Real Madrid e Barcellona ci vogliono piani alternativi. Con Erick Thohir lavoro bene anche perchè è molto più vicino di quanto si pensi: mi chiama sempre prima e dopo le partite e pure adesso vuole sapere cosa stia succedendo. Per la parte sportiva si rapporta costantemente con me, Ausilio e Fassone», prosegue Mancini.

MORATTI – «Quando sono tornato all’Inter sono passato a trovare Moratti e poco tempo fa, prima di lasciare Milano per le vacanze, ci siamo scambiati un saluto veloce. Resta un grandissimo tifoso dell’Inter ma non mi sembra che abbia nostalgia di tornare a fare il presidente», sostiene Mancini.

PIZZINI – «I pizzini sono solamente messaggi che riguardano schemi e posizioni, tutto qua. Non sono certamente messaggi motivazionali perchè in quel caso servono molto di più le parole», conclude Mancini.

 

 

Facebooktwittergoogle_plusmail