Mancini furente a MP: “Callejon simula, dite la verità!”

Articolo di
30 novembre 2015, 23:33

Il tecnico dell’Inter si presenta furibondo ai microfoni della stampa: nel mirino di Roberto Mancini finiscono l’espulsione di Nagatomo e i commenti provenienti dallo studio di Mediaset Premium

Una grande Inter esce sconfitta dal campo del Napoli, sconfitta in cui ha pesato tantissimo la doppietta di Higuain e l’espulsione di Nagatomo nel primo tempo. Proprio l’espulsione di Nagatomo finisce nel mirino di Roberto Mancini, intervenuto ai microfoni di Mediaset Premium: “Nagatomo è stato espulso per un mezzo fallo, il secondo, il primo era simulazione di Callejon. Questo ha cambiato la partita, perché in 11 contro 11 non avremmo perso, forse avremmo vinto”.

FURENTE IN TV- In studio a Premium si ritiene che l’espulsione del giapponese sia stata corretta, una posizione che scatena la furia di Roberto Mancini: “Un po’ di onestà per una volta, quello è un fallo da ammonizione? Dovete andare in televisione a dire la verità perché di stupidate se ne dicono già tante. Quella di Callejon è una simulazione, non puoi ammonire un difensore per un fallo così, è il gioco del calcio non il ping pong. Non esiste buttar fuori un giocatore così, non si possono giocare le partite importanti in 10 contro 11 tutte le volte. Nagatomo nel secondo intervento poteva fare più attenzione, ma se non fosse stato ammonito la prima volta”.

GRANDE SECONDO TEMPO- Rasserenati leggermente gli animi, Mancini loda il grande secondo tempo della sua squadra: “La squadra stava giocando anche nel primo tempo, è stata una partita aperta e rovinata, il Napoli è una delle migliori squadre del campionato. Nel secondo tempo la squadra è stata straordinaria e questo ci deve far capire tante cose”.

NON CAMBIA NULLA PER LO SCUDETTO- “L’Inter è stata in testa alla classifica fino ad oggi quindi stava facendo bene, ora siamo secondi a un punto e non cambia nulla, dobbiamo riprendere da questa sconfitta che non è nemmeno una sconfitta per come è andata”.

NAPOLI BRAVO E FORTUNATO- “Questo è il calcio, si vince e si perde, si prendono i pali, Reina è stato straordinario come Higuain e la differenza l’hanno fatta loro. Il Napoli è la miglior squadra del campionato e bisogna stare attenti, noi abbiamo concesso subito un gol, ma la partita è stata equilibrata e fortunata: a loro è andata bene e complimenti, l’Inter non meritava di perdere”.