Mancini a Sky: “Ora il mercato e poi possiamo ripartire!”

Articolo di
31 maggio 2015, 00:08

Roberto Mancini, intervistato da Sky Sport al termine della partita contro l’Empoli, ha parlato della stagione appena conclusa e delle speranze per la prossima, con alcuni accenni al mercato interista.

LA PARTITA DI STASERA – “Un’analisi della stagione? Non si può analizzare ora, l’ho fatto tante volte, stasera penso a questa partita.L’ultima, fortunatamente. Il reparto offensivo ha fatto molto bene, quello difensivo meno, ma era importante chiudere con una vittoria. E poi c’è Mauro capocannoniere: questo che ci fa molto piacere.”

LA DIFESA – “Nuovi innesti in difesa? Lavoreremo con i difensori che già ci sono e con quelli che arriveranno. Abbiamo 2 mesi per fare errori e per migliorare, abbiamo tutta la preparazione. Sono tranquillo in questo senso. Poi vedremo il mercato: la squadra è da rinforzare. Il presidente lo sa: stiamo lavorando per questo e sono sicuro avverrà.”

DIFFICOLTA’ SUL MERCATO – “Sarà difficile convincere i giocatori a venire all’Inter, che non giocherà in Europa? Credo che che il problema maggiore sia che i grandi giocatori giocano nei grandi club. Il problema non è tanto un anno senza Champions: spesso l’hanno giocata e vinta, la giocano tutti da anni. Il fatto di poter venire a giocare in Italia, in una grande squadra come è l’Inter è ancora un fattore che attrae. Il più è cercare di prendere giocatori di grandi club, i quali hanno difficoltà a cederli.”

KOVACIC – “La mia posizione è quella di tenere i migliori giocatori, però dobbiamo anche confrontarci con situazioni economiche che non so come di metteranno. La speranza è quella di tenere Kovacic, Icardi e i giovani importanti perché inserendo poi giocatori esperti la squadra potrà migliorare sensibilmente.”

LAVORO DI SQUADRA – “Io non credo che siano  stati 5 mesi buttati via. I risultati ci condannano e nel calcio contano i risultati. La squadra però in questi mesi è diventata una vera squadra, pur con errori in difesa. I quali non sono solo colpa della difesa, ma anche frutto di errori del centrocampo. Dobbiamo fare in modo che la squadra migliori e continui su questa strada.
Quanti giocatori mi aspetto sul mercato? Otto o nove (sorride)”

TEMPO PER COSTRUIRE – “Arrivai al Manchester City nel dicembre 2009, abbiamo lavorato nei primi mesi, poi abbiamo perso l’ultima partita con il Tottenham, siamo arrivati quinti e non siamo andati in Champions. Abbiamo però costruito la squadra, abbiamo continuato a migliorare. Abbiamo preso giocatori che non volevano venire da noi perchè non eravamo in Champions e il City non era una squadra di alto livell0, come Tourè e David Silva. L’anno dopo siamo arrivati secondi, poi abbiamo vinto  il campionato. Ci vuole tempo.”

ICARDI – “Se può restare all’Inter? (rivolgendosi all’attaccante in collegamento) Se fa 22 o 25 gol può stare tranquillamente “

Facebooktwittergoogle_plusmail