Mancini a MP: “Era importante vincere. Il rosso? Non parlo”

Articolo di
5 dicembre 2015, 23:34

L’Inter batte il Genoa e torna momentaneamente in vetta alla classifica. Il tecnico Roberto Mancini si è presentato ai microfoni della stampa

L’Inter torna a vincere dopo la sconfitta contro il Napoli e riconquista momentaneamente la testa della classifica. I nerazzurri battono 1-0 il Genoa ma finiscono ancora in 10 per l’espulsione di D’Ambrosio, ma il tecnico Roberto Mancini, intervistato ai microfoni di Mediaset Premium, non vuole fare polemica: “Era importante vincere dopo Napoli, per confermare quanto di buono avevamo fatto. E’ stata una partita difficile perché non siamo riusciti a fare gol nel primo tempo, il Genoa è una squadra pericolosa e non si può rischiare fino alla fine. L’espulsione? Non voglio parlarne, non voglio poi che dei soloni comincino a scrivere stupidaggine, non mi interessa”.

LJAJIC E ICARDI- “Ljajic sta facendo bene. Mauro non ha giocato due partite su 15, ci può stare, abbiamo 5-6 attaccanti e tutti stanno facendo bene, non c’è nessuno che fa molto meglio degli altri, tutti quando giocano fanno quello che devono fare ed è per questo che siamo primi in classifica”.

TUTTI BRAVI- “Stasera hanno giocato tutti bene, anche a Napoli a parte i primi 20 minuti. Mi dispiace soltanto che stasera sia stato annullato il gol del 2-0 valido che ci avrebbe dato più tranquillità, ma stasera sono stati tutti bravi”

RISPOSTA A MIHAJILOVIC- Mancini ha anche risposto al tecnico del Milan Sinisa Mihajilovic, il quale ha detto in serata che l’Inter ha speso tanti soldi nel mercato e Mancini ha avuto più tempo per lavorare: “Il Milan ha speso più dell’Inter, che lavoro da pochi mesi è vero”.

MEGLIO OGGI O COL NAPOLI?“A Napoli è stata una partita diversa che non meritavamo di perdere, ma se subisci un gol dopo un minuto le cose cambiano”.