Mancini a IC: “E’ difficile scegliere quando giocano tutti bene!”

Articolo di
15 dicembre 2015, 23:51
mancini

Il tecnico dell’Inter Roberto Mancini ha parlato al canale ufficiale della società nerazzurra al termine della vittoria per 3-0 contro il Cagliari che ha così permesso alla sua squadra di accedere ai quarti di finale della Coppa Italia.

BUONA PRESTAZIONE – «Sono molto soddisfatto, soprattutto per l’atteggiamento che è stato positivo e importante. Comunque fino al 2-0 è stata una partita vera perché il Cagliari è un’ottima squadra e ha giocato anche bene e quindi, se non hai l’atteggiamento giusto, rischi di fare anche delle brutte figure. D’Ambrosio sta facendo bene in quel ruolo, è una buona opportunità per lui e per noi visto che così avrà anche più possibilità di giocare e anche di imparare a giocare in un ruolo nuovo, che comunque non è facile, soprattutto quello del centrale. Anche Kondogbia, che rientrava dopo un mese, ha fatto vedere cose importanti e anche Manaj, insomma alla fine è andato tutto abbastanza bene. Le cose sono sempre andate abbastanza bene, poi è chiaro che i risultati aiutano e danno più confidenza. Quando ti va tutto bene sei più tranquillo e sicuro. Montoya anche stasera ha fatto un’ottima gara, io spero che lui voglia rimanere, non ho nessun tipo di problema con lui, abbiamo recuperato un giocatore che ha avuto pazienza; non è stato semplice per lui. E’ un ragazzo giovane e serio che si è sempre allenato bene, il suo comportamento ha pagato perché quando è entrato, in queste due partite, ha fatto bene. E’ difficile fare delle scelte, perché tutti quanti quando giocano fanno bene, però è meglio così, tutti quanti si sentono dentro a questa squadra, la sentono ed è una cosa positiva. Rispetto all’Inter che ho allenato in passato? Sono squadre molto diverse, qui siamo ancora all’inizio e c’è ancora tanto da lavorare, c’è un buon feeling tra tutti i ragazzi e questa è la cosa più positiva. A volte avere veramente amicizia e feeling tra loro e riesci ad andare oltre e a battere squadre anche più forti».