L’Inter fa sul serio: stasera prime prove di formazione titolare

Articolo di
2 agosto 2015, 11:23
mancini

L’Inter che stasera scenderà in campo contro il Galatasaray dovrebbe essere, al momento, quella più vicina all’idea di Roberto Mancini. Mancano ancora alcune pedine importanti, ma l’affiatamento inizierà da Istanbul

MODULO – In attesa dei due esterni richiesti – uno difensivo e l’altro offensivo -, Roberto Mancini dovrebbe riproporre il 4-3-1-2 caratterizzato dal rombo di centrocampo. La variante potrebbe essere il 4-3-2-1 che significherebbe albero di Natale, con due rifinitori alle spalle del centravanti, ma probabilmente ne se riparlerà per la seconda frazione di gioco, quando scenderà in campo il tanto atteso Stevan Jovetic. Non è da escludere, comunque, che il tecnico jesino provi il montenegrino sulla fascia, per testarlo in caso di eventuale 4-3-3.

DIFESA – Per quanto riguarda il pacchetto arretrato, nessun dubbio sul portiere, che sarà il titolare Handanovic. Sulla corsia destra della difesa a quattro agirà Montoya, mentre su quella sinistra, in attesa di rinforzi, c’è il ballottaggio tra Juan Jesus e Santon, con l’italiano leggermente favorito, visto che le esclusioni di D’Ambrosio e Nagatomo gli riaprono le porte nerazzurre. Al centro della difesa ci sono due maglie per tre: il capitano Ranocchia e gli ultimi due arrivati, Miranda e Murillo. Da vedere se il brasiliano debutterà già dal primo minuto, probabile la staffetta con i due compagni di reparto, in particolare con Ranocchia sul centro-destra.

CENTROCAMPO – In mezzo al campo, invece, nessun dubbio: salvo sorprese verrà confermato il trio titolare delle ultime uscite, che è anche quello di base finché non ci saranno novità dal mercato. Davanti alla difesa agirà Kovacic, coadiuvato ai suoi lati da Brozovic sul centro-destra e da Kondogbia sul centro-sinistra. Vertice alto del centrocampo a ridosso delle punte sarà il solito Hernanes.

ATTACCO – Difficile ipotizzare il debutto di Jovetic fin dal primo minuto, ma Mancini ci ha abituato anche a questo in passato. Molto più facile credere che si continui con la coppia argentina: Palacio agirà da seconda punta alle spalle del centravanti Icardi. L’attaccante montenegrino, comunque, dovrebbe debuttare nella ripresa, apportando anche modifiche al modulo.

Facebooktwittergoogle_plusmail