Kovacic:”Pirlo e Modric i modelli, Perisic straordinario”

Articolo di
15 luglio 2015, 10:17
mateo kovacic

Seconda parte della lunga intervista di Mateo Kovacic alla “Gazzetta dello Sport”. I modelli, il ruolo di regista, il gap con la Juventus ma anche il mercato tra Perisic, Jovetic e Kondogbia.

REGISTA- Kovac dice che devo giocare? Ha ragione, voglio farlo all’Inter. Interno e regista sono i miei ruoli preferiti, trequartista non ho i tempi giusti. Mi piace giocare da regista, stare al centro del gioco, toccare tanti palloni. L’ho fatto con la Dinamo Zagabria e con Stramaccioni all’Inter. Mi diverto”.

MODELLI – “Pirlo e Modric sono i miei modelli di riferimento. Ma io punto a diventare il futuro Kovacic”.

TIFOSI – “I tifosi sanno che sono ancora giovane, non mi hanno mai abbandonato. Sono splendidi, le critiche non mi hanno mai dato fastidio”.

SU PERISIC E JOVETIC – “Jovetic è un giocatore decisivo. Perisic è il giocatore più talentuoso della Croazia, usa tutti e due i piedi, sa fare tutto, poter giocare con lui è una fortuna. Ha tiro, è veloce e come ragazzo potrebbe aiutarci anche di più″.

KONDOGBIA – “Bel giocatore, farà la differenza. Potente, non grosso, ma longilineo e tosto. Ha una protezione della palla eccezionale, fisico e la tecnica giusta”.

JUVENTUS – “La Juve è ancora lontana perchè è un grand gruppo affiatato da anni. Ha perso Pirlo e Tevez, ma ne ha aggiunti altri importanti e forti. É ancora lontana, ma meno lontana di ieri. Questo deve essere l’anno buono per noi”.