Kondogbia: “Dopo 1 anno tutto più facile. Ecco i miei obiettivi”

Articolo di
14 luglio 2016, 07:06
Mancini Kondogbia

Intervistato in esclusiva dalla “Gazzetta dello Sport”, Kondogbia si è raccontato un anno dopo il suo arrivo in serie A. Un arrivo accompagnato dall’entusiasmo dei tifosi che è mano a mano scemato a causa delle prestazioni poco convincenti. Un anno dopo, però, il centrocampista nerazzurro sembra determinato a riscattarsi. Ecco le sue parole sull’argomento

PREPARAZIONE SOFFERTA – «Dopo un anno in Italia mi sembra tutto più facile. Lo scorso anno non ero abituato a questo tipo di preparazione e ne ho sofferto. Non credo di aver sbagliato approccio alla Serie A. Penso che molto sia dipeso dalla preparazione, dall’aspetto fisico. Questo campionato è decisamente il più competitivo perché è il più completo per impegno fisico e approfondimento tattico».

OBIETTIVI – «Quest’anno il mio obiettivo è quello di giocare bene tutte le partite, farlo con continuità per puntare a tornare in nazionale. Penso al Mondiale 2018 e voglio esserci. E per farlo dovrò giocare su ottimi livelli tutto l’anno con l’Inter».

PESO DEL CARTELLINO – «Sono pesati i più di 30 milioni? Quando scendevo in campo non pensavo certo a quanto ero stato pagato. Anche perché il prezzo del mio cartellino non è mai stato un problema per me».

RUOLO – «Per quanto riguarda il ruolo, sono cresciuto giocando in un centrocampo a 2 davanti alla difesa sull’interno sinistro, ma posso anche giocare in una mediana a 3, sempre sulla sinistra. Nel 4-2-3-1 di Mancini mi ci vedo bene, certo. Ma il calcio moderno prevede diversi sistemi di gioco. Bisogna sapersi adattare e saperlo fare in fretta».