Icardi-Perisic, l’Inter batte la Juventus 2-1: ecco l’orgoglio

Articolo di
18 settembre 2016, 20:01
Ivan Perisic

Al termine di un fantastico Derby d’Italia, l’Inter supera la Juventus per due a uno grazie alle reti di Icardi e Perisic, dopo l’iniziale vantaggio di Lichtsteiner. Una reazione notevole da parte della squadra di Frank de Boer, che si mette alle spalle la disfatta in Europa League.

SECONDO TEMPODopo un primo tempo combattuto a viso aperto da entrambe le squadre, la partita ricomincia sugli stessi binari e vede una grande Inter, che mette in mostra personalità e tante trame di gioco interessanti. La scena è illuminata da Ever Banega, uomo a tutto campo a cui l’Inter si affida ciecamente in ogni sua azione. Al 63′ Antonio Candreva accende il pubblico di San Siro con la prima vera occasione del secondo tempo: un tiro al volo di destro che sfiora il palo alla destra di Buffon. Ma la squadra nerazzurra non riesce a segnare e la Juventus, come sempre accade, punge gli avversari alla prima discesa. Alex Sandro semina il panico sulla fascia sinistra e Lichtsteiner trasforma con una deviazione sotto porta ad un passo da Handanovic. L’Inter oggi è però è una squadra ricca di risorse, che dà fondo continuamente al suo orgoglio. Due minuti dopo lo svantaggio, Icardi su calcio d’angolo realizza il punto del pareggio, staccando imperiosamente sulla marcatura di Mandzukic. Frank de Boer allora capisce che è il momento di spingere sull’acceleratore e manda in campo Perisic al posto di Eder. Massimiliano Allegri risponde alla mossa tattica dell’olandese con la carta di Gonzalo Higuain. Ma la scelta giusta è quella di de Boer: i nerazzurri conducono un contropiede da manuale, Icardi perde il tempo del tiro ma disegna un cross perfetto per Ivan Perisic, che di testa lascia immobile Buffon e manda l’Inter avanti. I minuti finali sono al cardiopalma, la Juventus prova ad attaccare in tutti i modi per trovare il pareggio ma l’Inter non rinuncia a partire in contropiede, con un Perisic fresco e spericolato. Banega finisce sotto la doccia per una doppia ammonizione in rapida successione, una fondamentale per fermare una ripartenza di Alex Sandro. Ma non c’è più tempo per la ‘Vecchia Signora’, i tre punti sono di Frank de Boer, che realizza una vera e propria impresa.

TABELLINO

Inter-Juventus 2-1

Marcatori: 66′ Lichtsteiner (J), 68′ Icardi (I), 78′ Perisic (I), 83′ Banega, 90′ Banega (I)

Ammonizioni: 19′ Lichtsteiner (J), 28′ Barzagli (J), 46′ Asamoah (J), 47′ Medel (I), 95′ Handanovic (I)

Espulsioni: 90′ Banega (I)

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 25 Miranda, 24 Murillo, 21 Santon (79′ Miangue); 6 Joao Mario, 17 Medel (75′ Melo); 87 Candreva, 19 Banega, 23 Eder (69′ Perisic); 9 Icardi.
A disposizione: 30 Carrizo, 5 Melo, 7 Kondogbia, 8 Palacio, 10 Jovetic, 11 Biabiany, 13 Ranocchia, 27 Gnoukouri, 44 Perisic, 55 Nagatomo, 94 Yao, 95 Miangue.
Allenatore: Frank de Boer

JUVENTUS: 1 Buffon; 4 Benatia (25′ Barzagli), 19 Bonucci, 3 Chiellini (80′ Pjaca); 26 Lichtsteiner, 6 Khedira, 22 Asamoah, 5 Pjanic, 12 Alex Sandro; 17 Mandzukic (74′ Higuain), 21 Dybala.
A disposizione: 25 Neto, 32 Audero, 7 Cuadrado, 9 Higuain, 11 Hernanes, 15 Barzagli, 18 Lemina, 20 Pjaca, 23 Dani Alves, 24 Rugani, 33 Evra.
Allenatore: Massimiliano Allegri

Arbitro: Tagliavento
Assistenti: Passeri, Costanzo
IV uomo: Cariolato
Addizionali: Banti, Valeri