Icardi: “Non mi accontento mai. Ora voglio lo scudetto!”

Articolo di
14 luglio 2015, 07:27

Mauro Icardi ha rilasciato un’intervista al “Corriere dello Sport” in edicola questa mattina. Una chiacchierata sull’Inter, sulle sue ambizioni e sulla sua vita privata. La parola “scudetto” è stata nominata senza imbarazzo

CONTRATTO – «Del prolungamento del mio contratto abbiamo parlato per tanto tempo. La mia volontà è sempre stata quella di restare all’Inter e sono stato accontentato. Ora sia io che il club siamo contenti. Non ho mai pensato di andarmene anche quando sentivo voci di interessamento da parte di altre società. Ho dato fin dall’inizio la mia totale disponibilità a restare a Milano. Qui io e la mia famiglia stiamo bene».

WANDA NARA – «L’incontro con Wanda mi ha fatto maturare. Prima ero solamente un ragazzo di 20 anni da solo a Milano. Ora sono un padre e un marito felice. Lei mi ha assistito anche nella trattativa per il rinnovo del contratto. E’ molto brava e vuole il mio bene e quello della nostra famiglia», prosegue Icardi.

TATUAGGI E SCUDETTO – «Se c’è ancora posto per qualche tatuaggio? Se dovessimo vincere lo scudetto…il posto lo trovo. I dirigenti stanno costruendo una squadra forte in grado di tornare subito in Champions League. Sono stati fatti investimenti importanti e abbiamo cambiato molto rispetto alla passata stagione. L’obiettivo è riportare l’Inter ai vertici in tempi rapidi».

NAZIONALE – «L’Argentina è la nazionale che ha l’attacco più forte al mondo. Tevez ha disputato un grande campionato ed è stato giusto convocare lui, lo ha meritato. Io sono giovane e mi auguro di avere le mie possibilità in futuro», sostiene Icardi.

MANCINI – «Il nostro rapporto è cresciuto con il passare del tempo. E’ un grande tecnico e mi sta aiutando molto»